Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
E alla fine arriva Buzz | Googlisti.com

Tag Cloud

2006 ads applicazioni Attualità BarCamp blog blogosfera Comunicazione Curiosità dal Web documenti download estensione Eventi Firefox flickr free Gadget Gmail Gmail labs Google Google-Docs google-maps Greasemonkey GTalk Guide & Tutorial Internet ipod mappe Maps mobile Musica New Media online Programmi risultati-ricerca script tool tools Twitter Utilità video web2.0 Web 2.0 Windows youtube

E alla fine arriva Buzz

10 febbraio 2010

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 4 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Le aspettative di cui parlavamo ieri riguardo una nuova feature “social” di Gmail non sono state sicuramente deluse: la notizia del giorno è la release di Google Buzz, presto integrata direttamente nell’interfaccia di Gmail.

Post, video e foto hanno fatto il giro della rete, quindi ci limitiamo a darvi qualche indicazione di massima sulla nuova app, in attesa di poterla testare direttamente da gMail.

1. Buzz è essenzialmente uno strumento molto simile a Friendfeed, che consente di condividere notizie, messaggi, foto e video senza abbandonare la casella di posta, ovvero da un tab dedicato in Gmail

2. Possiamo scegliere se condividere il nostro messaggio pubblicamente o solo con un gruppo di persone
3. Le notifiche di una conversazione a cui partecipiamo ci arrivano direttamente in Gmail, ma non sono semplici email: sono messaggi più interattivi, cui è possibile rispondere direttamente, via email o aggiungere un like.
4. Il flusso di informazioni in Buzz contiene notizie dalle persone che fanno già parte dei nostri contatti gmail: in più, possiamo scegliere di seguirne altre tramite “follow”
5. Buzz sarà integrato anche in Google Reader, permettendo la condivisione di item anche dal feedreader
6. La versione mobile integra un elemento molto importante: la posisizone geografica. In un certo senso è come se si fosse trovata la reale utilità di Latitude…
7. Le foto che vengono condivise tramite Buzz sono automaticamente archiviate in una cartella apposita di Picasa
8. Presto Google integrerà Buzz anche in Apps, per scuole e imprese

Buzz from iphone

Buzz from iphone

Buzz from iphone

Buzz from iphone

Al momento, ci sono moltissime questioni aperte che sono emerse durante i primi test (via iphone, per ora): ci si chiede ad esempio se tutto questo non aggiunga solo “rumore” alla nostra casella di posta, se si riuscirà a tenere separata la parte ludica da un utilizzo professionale dei tools di Google; come vengano gestiti i nostri contatti (non è detto che le persone che sono nei miei contatti Gmail siano le stesse che io voglia “seguire” in Buzz).

Per l’ennesima volta Google è riuscito a monopolizzare l’attenzione con un prodotto che “clona” molte delle funzioni che già conosciamo e siamo abituati ad utilizzare, integrandole in Gmail, l’app che ha maggiormente subito evoluzioni e integrazioni nel corso degli anni.

Che ne dite, Buzz farà la fine di Wave o diventerà il nostro strumento preferito per le conversazioni online?

3 Commenti a “E alla fine arriva Buzz”


  1. Luca - Nash scrive:

    In merito alla domanda finale… beh io penso che solo per l’integrazione nella posta di gmail sia un plus per Buzz… in pratica hanno già tantissimi utenti per Buzz, cosa che per Wave non era propriamente così… :p


  2. adedip scrive:

    è un plus fino a quando non diventa ingestibile..io lo sto usando da due ora..e già non riesco più a stargli dietro!
    c’è un modo per disabilitare almeno le notifiche?
    e poi credo che il fatto di non avere la possibilità di scegliere se usarlo o meno è una scelta tremenda (senza contare l’idea di far leggere e scrivere tutto a tutto anche senza che le persone si conoscano tra loro.. :S )


  3. adedip scrive:

    come non detto.. ho trovato la soluzione ad entrambi i problemi, credo possa interessare quindi la condivido: http://lifehacker.com/5468067/hideremove-google-buzz-updates-from-your-gmail-inbox (è in inglese ma è molto semplice e chiara)

Scrivi un commento

Note: This post is over 4 years old. You may want to check later in this blog to see if there is new information relevant to your comment.