Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Google Music fuori dalla beta (ma solo negli USA) | Googlisti.com

Tag Cloud

2006 ads applicazioni Attualità BarCamp blog blogosfera Comunicazione Curiosità dal Web documenti download estensione Eventi Firefox flickr free Gadget Gmail Gmail labs Google Google-Docs google-maps Greasemonkey GTalk Guide & Tutorial Internet ipod mappe Maps mobile Musica New Media online Programmi risultati-ricerca script tool tools Twitter Utilità video web2.0 Web 2.0 Windows youtube

Google Music fuori dalla beta (ma solo negli USA)

17 novembre 2011

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 2 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Al Google I / O dello scorso Maggio è stata lanciata la Beta di Google Music, che permette alle persone di accedere facilmente alle proprie collezioni musicali da qualsiasi dispositivo: attraverso il cloud, si può caricare musica (fino a 20.000 canzoni) gratuitamente, in modo da poterne fruire ovunque e in qualsiasi momento.
Oggi il servizio beta evolve in una piattaforma più ampia che ha l’obiettivo di far scoprire, acquistare, condividere e ascoltare musica digitale in modi innovativi e personalizzati.

Google Music ha l’ambizione di aiutarci a dedicare più tempo ad ascoltare musica che non a gestirla, semplificandone la fruizione attraverso la sincronizzazione automatica della nostra libreria (sia musica acquistata sia uploads) su tutti i dispositivi, in modo da non doverci preoccupare di cavi, trasferimento file o di esaurire lo spazio di archiviazione. Le nostre playlist restano intatte, sia che vogliamo ascoltare musica da laptop, pc, tablet o smartphone. Ovviamente è anche possibile selezionare uno specifico artista, album e playlist da ascoltare quando siamo offline.

Per avere un’idea, non perdete il tour della piattaforma: rimarrete a bocca aperta! ;)

Acquisto e condivisione
Per rendere più facile la “crescita” della nostra collezione musicale Google ha aggiunto anche un nuovo negozio di musica in Android Market, completamente integrato con Google Music.

Il negozio offre più di 13 milioni di brani di artisti di Universal Music Group, Sony Music Entertainment, EMI e oltre 1.000 etichette indipendenti. La collaborazione si è estesa anche a grandi distributori digitali del mondo della musica indipendente, tra cui IODA, INgrooves, The Orchard e Believe Digital.
Acquistando singole canzoni o interi album dal computer o dispositivo Android, questi saranno aggiunti immediatamente alla libreria di Google Music, restando accessibili ovunque.

Una delle caratteristiche più interessanti è stata annunciata proprio oggi ed è la possibilità di condividere su Google+ la musica che si acquista su Google Music.

La condivisione include il fatto che i nostri amici e followers di Google+ saranno in grado di ascoltare il brano o l’intero album che andremo a condividere (funzione chiaramente studiata per contrastare la recente partnership di Facebook con Spotify)!

Hub Artista
Google Music ha pensato non solo a chi ascolta musica, ma anche a chi la crea: ogni artista che abbia i diritti necessari può infatti distribuire la propria musica sulla piattaforma, utilizzando l’interfaccia Hub Artista per costruire una pagina personale, caricare brani, stabilire i prezzi e vendere i propri contenuti direttamente ai fan.

A partire da oggi, Google Music è aperto negli USA all’indirizzo market.android.com e si spera che la piattaforma possa aprire presto anche nelle altre nazioni.

1 Commento a “Google Music fuori dalla beta (ma solo negli USA)”


  1. Fulvio scrive:

    Ultimamente google sembra patire la concorrenza di FB di apple etc. o forse è invidia.
    L’intro è spettacolare, hanno usato un sistema bellissimo per spiegare cos’è google music. l’idea tritta e ritritta, vedremo se poi sarà un’idea di successo o un flop come si è onfermato
    orkut
    buzz
    plus????

    forse dovrebbero cominciare a inventare piuttosto che copiare, e sperare di migliorare

    vedremo

Scrivi un commento

Note: This post is over 2 years old. You may want to check later in this blog to see if there is new information relevant to your comment.