Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Musica | Googlisti.com - Part 2
Articoli recenti

Articoli archiviati nell' Argomento "Musica"

Download legale e gratuito di musica su Downlovers

8 ottobre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Nessuno vorrebbe vedersi arrivare una multa clamorosa come quella che è stata condannata a pagare Jammi Thomas, 30enne americana la cui storia ha fatto ormai il giro del mondo. Ben $ 222.ooo di sanzione per aver scaricato e condiviso illegalmente file musicali attraverso Kazaa (via html.it).

il logo di DownloversSul web la diffusione e duplicazione dei contenuti è quanto di più semplice si possa pensare, ma per restare nel terreno della legalità, almeno per quanto riduarda il download di musica, è apprezzabile l’iniziativa di un sito nato da pochi mesi e, attualmente, ancora in fase di rodaggio. Downlovers è una start up italiana che offre l’ascolto e il download di brani musicali in maniera gratuita e legale per tutti gli utenti registrati, purchè essi si trovino sul suolo italiano o, quantomeno, con un indirizzo IP proveniente dal nostro Paese.

Il modello di business è molto semplice: Downlovers conta tra i pertners numerose case discografiche che “sponsorizzano” i brani scaricati dagli utenti. Ogni volta che effettuiamo il download di una canzone, infatti, siamo obbligati a vedere un breve video promozionale di 30 secondi: mentre Downlovers paga i diritti di ogni brano scaricato alle case discografiche, le aziende si garantiscono spazi di visibilità e l’utente riceve in cambio la sua musica preferita gratis e senza alcun problema legale.

(continua…)

Musica sotto l’ombrellone

10 agosto 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

All’inizio era soltanto un’applicazione in Flash con le sembianze di un iPod ed una funzione di ricerca che consentiva la generazione di playlist personalizzate, basate sulle proprie preferenze musicali. Ora invece BlogMusik si è evoluto sia nell’aspetto sia, soprattutto nelle funzionalità.

Il sito consente infatti di ascoltare gratuitamente in streaming e condividere online un grande archivio di canzoni, partendo da classifiche già pubblicate oppure digitando nel box di ricerca il nome dell’artista preferito. E se non dovessimo trovare una canzone nel database di BlogMusik, possiamo anche inviare la nostra richiesta affinchè il team aggiunga la canzone all’archivio.Effettuando una veloce registrazione acquistiamo alcuni diritti fondamentali:

1. creare nuove playlist oltre quelle di default
2. salvare le playlist e modificarle in un secondo momento
3. creare Smart Playlist: una volta cercato un cantante, Blogmusik genera ben 3 ore ininterrotte di musica basata su un singolo artista
4. votare i brani
5. generare codice per la condivisione del brano, sia per l’invio tramite email sia per la pubblicazione su sito/blog (con possibilità di personalizzare i colori del player)
6. inviare mp3 realizzati da noi stessi, caricando files non superiori a 10 MB in un modulo apposito, completi di descrizione, titolo, genere di appartenenza.

BlogMusik è davvero un ottimo servizio per generare ed archiviare le nostre compilation via web e, di conseguenza, accedere ad esse da qualsiasi luogo del mondo ci troviamo -connessione permettendo!

Scorciatoie da tastiera per iTunes (MacOSX + Win)

10 luglio 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Se amate utilizzare le scorciatoie da tastiera (come noi) per risparmiare tempo, troverete sicuramente utile questo specchietto riassuntivo di schortcuts con le funzioni principali di iTunes!

iTunes per MacOSX

Cmd+B – mostra/nascondi Artista e colonna degli album
Cmd+E – espelli disco
Cmd+L – evidenzia la canzone attuale
Cmd+M – riduci ad icona iTunes
Cmd+T – mostra il visualizzatore
Cmd+Q – esci da iTunes
Cmd+? – mostra l’Aiuto del Music Store
Cmd+^ – aumenta il volume
Cmd+< – vai alla canzone precedente
Cmd+> – vai alla canzone successiva
Cmd + F – schermo intero

(continua…)

Lasciatemi cantare

16 marzo 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Letteralmente significa orchestra (oke) vuota (kara) e fino a qualche anno fa è stata una vera e propria mania esplosa dal Giappone, Paese cui il Karaoke deve i suoi natali e dove è ancora sulla cresta dell’onda, anzi è un vero e proprio uso comune, come in Italia è il bar (parola di Googlista).

Se non avete timore di sembrare un po’ rétro e, anzi, nascondete anche voi un animo “canterino”, vi suggeriamo di scaricare VanBasco’s Karaoke Player, un programma freeware disponibile con vari language packs inclusi, tra cui anche l’Italiano.
Il player funziona su Windows (da 95 a XP) e suona files .kar (che visualizzano il testo del brano) e MIDI; la skin è interamente personalizzabile, dal colore al font all’immagine di sfondo, ma quello che ci piace di questo software è la possibilità di cambiare la chiave della melodia, in modo da scegliere la tonalità più vicina alle nostre corde vocali (via LifeSpy).

Dove si trovano i files .kar?
Provate a cercare brani liberamente scaricabili su FreeKaraoke, sing365, Songtext.

Nell’ottima pagina di FAQ, gli autori di VanBasco spiegano anche come poter esportare brani .kar su cd, come stampare una playlist o dove trovare nuove skin per il nostro karaoke player.

E quando vi sarete allenati abbastanza e vi sentirete pronti al giudizio altrui, potete sempre socializzare sulle note dei vostri brani preferiti: Midomi è il sito per cantanti “amatoriali” dove ciascuno può cercare basi musicali, registrare la propria voce direttamente online e condividerla con il resto della community, ricevendo commenti e punti per la performance.

La community dei musicisti

11 febbraio 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

wikifonia.pngTra i tanti tipi di files che è possibile condividere online ne abbiamo trovato uno che ci ha davvero sorpreso: se è normale ormai pubblicare e diffondere suoni, brani musicali e canzoni, mai avevamo pensato prima alla possibilità di collaborare sugli spartiti musicali (nella foto un esempio).
Wikifonia è un nuovo servizio gratuito online, soprattutto per musicisti o comunque per chiunque si intenda di musica, che consente di pubblicare le proprie melodie (in formato MusicXML, un sistema di codifica XML per rappresentare la scrittura musicale occidentale, di cui Wikifonia fornisce spiegazioni e links a programmi Open Source per realizzare tale file), condividerle con la community, scaricare gli spartiti presenti in archivio sia in formato PDF, sia in XML.
Ogni dettaglio è perfettamente chiarito nella pagina di FAQ, ma potete sempre richiedere spiegazioni e dare contributi attraverso il forum o restare aggironati grazie al blog!
Una community davvero utile per tutti gli appassionati di musica, che potranno trovare canzoni vecchie e nuove da imparare a suonare o contribuire con i propri spartiti ad ampliare l’ampio archivio digitale di Wikifonia.

Le canzoni della tv

3 novembre 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Mai capitato di innamorarvi di una canzone ascoltata durante uno dei vostri telefilm preferiti? E cercare disperatamente la colonna sonora dell’amato serial senza conoscere neanche uno dei titoli dei brani?

Forse quello che ci serve è TuneFind, neonato servizio di ricerche musicali che privilegia le queries tra telefilm, serie tv, fiction ed film recenti e che conta, con l’aiuto degli utenti, di diventare il maggiore archivio online per brani di questa categoria.

Già sono indicizzati molti serial famosi: Lost, O.C, CSI, Grey’s Anatomy e tanti altri, suddivisi anche per puntate, così diventa molto facile individuare la canzone che vi è rimasta in mente.
E se vi accorgete di qualche mancanza, il brano potete inserirlo voi!

QLOUD: musica da cercare, taggare e condividere

12 ottobre 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

QLOUD_homepage.gifQLOUD è un neonato motore di ricerca che integra anche alcune delle più comuni caratteristiche “sociali”.
Si può effettuare una query cercando il nome dell’artista, il titolo della canzone, dell’album, il genere musicale, ma anche si cerca anche per tags correlate, potendo anche vedere quanti e quali utenti (registrati) condividono lo stesso brano.

I risultati della ricerca, ovvero i brani musicali, si ascoltano con un player integrato: si può scegliere di restringere la ricerca tra le canzoni più ascoltate, le più recenti, le più taggate, e così via e si decide poi se salvarle come preferite, acquistarle, invitare qualcuno a condividere i dati, mandare email, etc…

Oltre la classica funzione “juke-box” QLOUD ci permette di creare e gestire il nostro network di contatti, conoscerne profili, preferenze, tags -condividendo le nostre- e vedere quale musica hanno ascoltato, grazie ad un plugin appena rilasciato per iTunes, ma solo per PC: presto anche per Mac, assicurano.

Il tutto incorniciato da un layout gradevole e divertente: anche se stiamo deliziando l’udito, l’occhio vuole sempre la sua parte!

[QLOUD Blog]

Rockit lancia la mappa della musica italiana

29 agosto 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

La possibilità di fornire riferimenti geografici per la svariate risorse che troviamo sul web è una delle tendenze più in voga, forse per l’intrinseco bisogno umano di darsi una collocazione spaziale anche (e soprattutto) nell’era del villaggio globale. E forse anche grazie ai nuovi strumenti che hanno reso piuttosto semplice creare files da poter condividere per segnalare la propria presenza nel mondo.

rockit Giulio Pons, fondatore di Rockit, un sito italiano di esperienza decennale nel settore musicale, ci segnala un’iniziativa decisamente originale che vede protagonista la sua associazione.
Rockit ha “mappato” la musica italiana, trasformando i suoi archivi pieni di informazioni su locali, festival, etichette musicali, sale prove, negozi di dischi, etc.., in un file KML da salvare, caricare e visualizzare in Google Earth; in alternativa si può copiare l’URL del feed nel programma medesimo, alla voce del menù “Aggiungi>Link di rete”.
In questo modo la cartina italiana si colora di tanti differenti punti d’interesse quante sono le risorse segnalate, evidenziando anche una certa vivacità da Nord a Sud (isole comprese) nel panorama musicale nostrano.
(continua…)