Articoli recenti

Articoli archiviati nell' Argomento "Usabilità"

Novità da Gmail: scegli lo stile della tua Inbox!

15 luglio 2011

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 2 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Che il team di Gmail si sia sempre prodigato nello sviluppo di funzioni aggiuntive per migliorare l’esperienza utente e la gestione dei messaggi di posta non è una novità. Lo sforzo di Google mira soprattutto a rendere più efficace l’organizzazione delle informazioni, che siano risultati di ricerca, relazioni con i nostri contatti, comunicazioni in entrata e uscita dalla nostra posta elettronica.

A quasi un anno da Priority Inbox, l’opzione per la suddivisione dei messaggi in base alla loro “importanza”, Gmail fa un altro passo su questo fronte, dandoci la possibilità di cambiare lo stile di lettura di messaggi in base a una serie di filtri selezionabili manualmente.

In pratica, sotto la barra delle azioni troviamo un ulteriore menu che ci consente di fare uno switch tra diverse possibilità di lettura della posta: possiamo scegliere di visualizzare prima i messaggi non letti, quelli importanti, i preferiti o Priority Inbox.

Per ogni stile selezionato abbiamo una serie di opzioni da configurare: numero di messaggi mostrati, nascondere o meno la sezione se vuota, aggiungere un paragrafo, e così via.

Una volta selezionato uno stile di lettura, se non effettuiamo cambiamenti per oltre una settimana vedremo scomparire automaticamente il menu agiuntivo con i filtri: per mettere nuovamente mano alle impostazioni dovremo quindi fare click sulla freccia accanto alla label “Inbox” oppure andare direttamente nelle Impostazioni del backend.

Ogni persona ha il proprio modo di gestire le attività personali, ciascuno nella maniera che sembra funzionare meglio per sé: dopo il restyling di tutti i servizi, inclusa l’interfaccia dei Gmail con due temi coordinati al nuovo stile, questo ulteriore passo di Google conferma l’impegno e la volontà di offrire un’esperienza utente non rigida, ma sempre più flessibile e a misura d’uomo.

Google rinnova l’interfaccia dei docs: ecco le novità

1 febbraio 2011

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 3 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

A sorpresa Google ha appena rilasciato un bell’update all’interfaccia dei Documenti, potenziando filtri e navigazione e prendendo in prestito alcune features di gMail.

Collections
Le cartelle hanno ceduto il passo alle “collezioni” (proprio come le etichette di gMail), che possono contenere file e docs ed essere condivise secondo le regole di default.
Facendo click sula piccola freccia rivolta verso il basso, accanto al nome di ogni Collezione, apre un menù contestuale con svariate attività che possiamo svolgere: rinominare, condividere, aggiungere docs, segnare come preferito, cancellare, e così via.
Le checkbox sono scomparse, quindi per aggiungere un documento ad una Collezione bisogna selezionarlo e trascinarlo (Ctrl o Cmd per selezione multipla).

Immagini e video
Dal momento che Google consente l’upload di immagini e video, Google ha aggiunto un filtro avanzato che ricerca solo questi tipi di file e consente anche di guardali in modalità slideshow (i video possono hanno anche un player integrato direttamente nell’anteprima).

Filtri avanzati
Oltre ai filtri standard per cercare i documenti in base al tipo di file, ci sono ora altre opzioni che ci permettono di vedere i documenti in base alle impostazioni di condivisione o a chi ne è titolare (documenti creati da noi oppure creati da altri e condivisi con noi).

Ordine di priorità
Ancora in maniera simile alla Priority Inbox di Gmail, nei Docs è stato aggiunto un’ulteriore opzione in alto a destra per modificare l’ordine di documenti e file in base a titolo, data di apertura o modifica, ma anche priorità.

Anteprima documento
Facendo click sul titolo di un elemento possiamo aprirlo in una nuova pagina, ma il click avviene su qualsiasi altra parte della riga, Google ci mostra un’anteprima del doc selezionato nella colonna laterale destra. Qui è possibile visualizzare una miniatura del file e visualizzare/modificare le informazioni di condivisione o l’appartenenza ad una o più collezioni.

TIP: se non vi piace la nuova interfaccia, potete sempre tornare a quella vecchia da qui: https://docs.google.com/?ui=1

Gmail e Facebook cambiano look

11 agosto 2010

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 3 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Novità interfaccia Gmail

Novità interfaccia Gmail

Piccole ma significative novità nell’interfaccia di Gmail, per ottimizzare l’esperienza utente sia nella gestione dei messaggi di posta che dei contatti.

Per quanto riguarda Gmail ecco cosa salta all’occhio:
- il logo è stato ridimensionato
- Componi messaggio è diventato un vero e proprio bottone
- i links alla posta, ai contatti e ai task sono raggruppati in alto a sinistra, in un pannello richiudibile
- le opzioni che consentono di selezionare tutti i messaggi, preferiti o messaggi non letti sono disponibili in un menu a discesa
- c’è una piccola intestazione che mette il primo messaggio dell’Inbox circa 16 pixel più in alto sullo schermo rispetto all’interfaccia precedente

Il restyling dei Contatti invece comprende:
- funzionamento più simile a Gmail, incluse le scorciatoie da tastiera
- ordinamento per cognome
- etichette personalizzate per i numeri di telefono e altri campi (es. è possibile assegnare un numero di telefono come “Vacanze a casa.”). Attenzione, ActiveSync per iPhone e Blackberry Sync non supporta ancora le etichette personalizzate!
- undo (annulla) per annullare immediatamente le modifiche recenti

(continua…)

A Roma, Web Senza Barriere

8 maggio 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Web Senza Barriere 2008

Prima il dovere poi il piacere, dicono. Per nostra fortuna spesso le due cose si mescolano e, reduci da due splendidi BarCamp, da ieri siamo presenti a Web Senza Barriere, non solo come blogger, ma stavolta vestendo anche gli abiti di lavoro.

Per chi non lo sapesse, Web Senza Barriere è un evento promosso dall’Area web del Centro di Calcolo e Documentazione di Ateneo dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” che abbraccia i temi dell’e-inclusion, Accessibilità, Usabilità e Architettura dell’Informazione. Le tre giornate si snodano in una serie di seminari didattici gratuiti tenuti da relatori di grande prestigio, veri e propri punti di riferimento in Italia per i temi sopra citati.

E’ interessante notare come, alla sua seconda edizione, Web Senza Barriere ha raggiunto quest’anno una partecipazione di pubblico davvero consistente, segno forse che l’attenzione da parte di aziende, studenti, addetti ai lavori nello sviluppare contenuti e applicazioni web accessibili stia diventando una prassi consolidata.

Essere accessibile significa essere facilmente raggiungibile con il corpo, con i sensi e con la mente: ridurre la barriere e gli ostacoli digitali significa progettare per il web non solo nel rispetto di chi combatte quotidianamente con una disabilità, ma di tutti gli utenti, che devono poter accedere alle informazioni indipendentemente dal dispositivio e dal contesto di fruizione.

Se volete dare un’occhiata ai seminari in Aula Magna, potete seguire la diretta in streaming dalla Facoltà di Economia.

P.S. E se ce la facciamo, oggi pomeriggio proviamo anche ad imbucarci al tanto discusso incontro con Al Gore:P

Gmail Super Clean

19 aprile 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Gmail Super Clean scriptAncora un nuovo script di Greasemonkey dedicato al nostro servizio di posta preferito: Gmail Super Clean, appena recensito su LifeHacker, “alleggerisce” l’interfaccia di Gmail, utilizzando tenui sfumature di colore, permettendoci anche di personalizzare svariati elementi.

Procediamo con ordine:

1. In Firefox, avendo già Greasemonkey, installiamo lo script Gmail Super Clean (Userscripts.org);

2. Apriamo la nostra pagina di Gmail: clicchiamo col tasto destro sull’iconcina di Greasemonkey e selezioniamo la voce User Script Commands. A questo punto possiamo scegliere diverse azioni:

(continua…)

100 Scorciatoie da tastiera per Windows – parte 2^-

16 aprile 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Continuiamo la raccolta di scorciatoie da digitare tramite tastiera per attivare oltre 100 comandi di Windows:

SHIFT DESTRO premuto per 8 secondi (Abilita o disabilita Filtro Testo)

ALT+ SHIFT SINISTRO+ PRINT SCREEN (Abilita o disabilita Alto Contrasto)

ALT+ SHIFT SINISTRO+ NUM LOCK (Abilita o disabilita Controllo Puntatore)

SHIFT premuto 5 volte (Abilita o disabilita Tasti Permanenti)

NUM LOCK per 5 secondi (Attiva o disattiva Segnali Acustici)

LOGO WINDOWS+ U (Apre Utility Manager)

END (Mostra la fine di una pagina)

(continua…)

CSS Naked Day 2007

5 aprile 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Che cosa è successo a Googlisti? Dov’è finito lo stile?? O siete voi ad avere qualche problema con il browser?

Niente di tutto questo, semplicemente oggi 5 Aprile ricorre il secondo CSS Naked Day, iniziativa lanciata da Dustin Diaz che ci vuole per un giorno intero…nudi! Come lo scorso anno, anche oggi ci siamo spogliati del CSS, quindi vedrete il nostro <body> privo di stile ed elementi grafici.

Il CSS Naked Day vuole promuovere l’adozione degli standards web, un uso proprio dell’(x)html, della semantica, di una buona struttura gerarchica: è anche un’occasione per testare la nostra struttura senza CSS.

Se vi abbiamo convinto a partecipare, sappiate che per gli utenti di WordPress esistono anche alcuni plugin che consentono di rimuovere lo stile automaticamente: QuickOnlineTips consiglia 48 hours naked day plugin e WP:naked day plugin.

In ogni caso, per contribuire all’iniziativa dovete andare sul sito ufficiale del CSS Naked Day, compilare il form per aggiungere il vostro sito all’elenco di tutti i partecipanti e, a scelta, inserire nel vostro sito uno snippet di codice che spieghi ai vostri visitatori il motivo della vostra “nudità”.

Less is more!

Pagine Web pronte per la stampa con Firefox

27 marzo 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Problema n°1: navigando beatamente ci imbattiamo in interessanti tutorial che decidiamo di stampare; cliccando su Anteprima di stampa, ci accorgiamo, nostro malgrado, che pubblicità, banner e links inutili occuperanno un ampio spazio sul nostro foglio bianco. Che fare? Salvare la pagina, aprirla con un editor visuale, fosse anche Notepad, e rimuovere il contenuto inutile manualmente?

Problema n°2: sempre immersi nella navigazione, arriviamo ad aprire la solita ventina di schede in Firefox; felici di aver trovato così tanti links interessanti decidiamo di stamparci queste risorse. Ma come trasformare la sfilza di tabs aperti in un elenco stampabile? Mica possiamo metterci a fare copia/incolla di ogni link sul BlockNotes (o Word o OpenOffice che sia)?!

Ecco qualche idea alternativa…

Soluzione n°1:
Per risparmiare inchiostro e stampare soltanto ciò che ci serve davvero, possiamo usufruire di due estensioni per Firefox che ci autano in questa operazione di “pulizia”:

1. RIP (Remove It Permanently) che serve a selezionare ed eliminare in maniera permanente dai siti che visitate spesso testo o immagini (in alternativa potete installare AdBlock, per immagini soltanto)

2. Aardvark, una volta installata, ci permette attraverso il tasto destro del mouse cliccato su una pagina web, di evidenziare con un riquadro rosso i vari elementi della pagina, lasciandoci decidere quali azioni compiere con ogni oggetto. (continua…)