Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Foto | Googlisti.com
Articoli recenti

Effetti sulle immagini [for dummies]

5 marzo 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Non sono una novità i tools per aggiungere piccoli ritocchi o effetti alle immagini sul web: oggi ne segnaliamo alcuni trovati su killerstartups sempre attuali, quali appunto lo stile polaroid, semplice e dall’effetto gradevole, le note in stile Flickr, ovvero l’aggiunta di baloon segnaletici alle immagini, il riflesso, ovviamente sempre attraverso applicazioni online (niente da scaricare e installare insomma!).

EFFETTO POLAROID

Instantizer consente di caricare un’immagine selezionandola dal proprio hard disk, aggiungere una descrizione e scegliere i gradi per la rotazione della foto: l’immagine generata è una polaroid con relativo link per la condivisione o il download (valido 24h).

Photo-notes realizza praticamente la stessa cosa, con in più l’opzine di scelta del colore del testo scritto e un piccolo modulo di invio via mail della polaroid creata.

Leggermente più dettagliato Polaroid-o-nizer, che offre la sceta del colore di sfondo dell’immagine, l’inserimento delle coordinate xy, tuttavia non permette di fare l’upload delle immagini ma solo di inserire l’URL di foto già caricate online.

NOTE STILE FLICKR

Questo effetto si ottiene con un pizzico di impegno in più, grazie al servizio Taggify (via puntogeek). Dopo essersi registrati, si ha la possibilità di modificare un widget di Taggify secondo le proprie preferenze di colori e proprietà e copiare/incollare il codice generato nel body del proprio blog. Si deve anche trascinare sulla barra dei segnalibri un bookmarklet di Taggify.

Effettuata correttamente questa procedura, quando si pubblica un’immagine a cui si vuole aggiungere una etichetta in sovraimpressione, basta cliccare il widget per aprire l’editor di Taggify ed inserire le informazioni da aggregare alla foto, che saranno visibili a tutti i navigatori del sito (vedi la demo).
(continua…)

Photoshop: quattro tecniche di base per migliorare le nostre foto digitali

10 settembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

A meno che non abbiate a disposizione potenti mezzi fotografici (come questo, per intenderci…) , è possibile che, riguardando le fotografie scattate con la vostra compatta digitale, i risultati non siano proprio soddisfacenti: colori sbiaditi, contrasto debole…insomma niente di eccezionale da mostrare agli amici!

photo enhancement - HikariDeziner Folio ci viene in aiuto con un breve e chiaro articolo che descrive le azioni più utilizzate in Photoshop per migliorare la qualità delle nostre fotografie, con pochi step applicabili anche dagli utenti meno esperti. Inoltre rende liberamente scaricabile il set completo di azioni, da importare nel programma ed utilizzare in maniera immediata.

Una volta aperta l’immagine in Photoshop, ecco come possiamo migliorarne luci e colori:

SOVRAPPOSIZIONE
1. duplichiamo il livello
2. Filtro>Sfoca>Sfocatura Gaussiana
3. nelle Opzioni di Sovrapposizione selezioniamo Sovrapponi
4. sistemiamo la percentuale di opacità secondo i risultati desiderati

(continua…)

Ottimizzare le foto prima di pubblicarle su Flickr

17 agosto 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

A meno di non essere appassionati fotografi, non sempre le istantenee scattate con la fotocamera sono immuni da difetti di luminosità, contrasto, etc..

Lido Venus - BeachCamp Set on FlickrLido Venus - BeachCamp Set on FlickrPer i piccoli ritocchi possiamo tranquillamente fare a meno di “smanettare” con Photoshop e utilizzare invece Preloadr, una web application veloce e dotata dei principali strumenti per l’editing di immagini: rotazione, riflessione, ritaglio, ridimensionamento, aggiustamento colori (vedi foto prima e dopo), contrasto, saturazione, aggiunta di livelli e testo. Il tutto ovviamente utilizzabile gratis e via web.

Preloadr è strettamente connesso con le API di Flickr, tanto che nel momento della registrazione possiamo accedere direttamente col nostro username di Flickr. Possiamo selezionare le foto da ottimizzare sia caricandole dal pc, sia invece scegliendo attraverso tags e set le immagini già pubblicate sul nostro account di Flickr: una volta effettuate le modifiche, Preloadr salva la foto come nuova; gli account PRO, invece, possono scegliere di sovrascrivere l’immagine “ritoccata” alla precedente o meno, modificandone anche titolo, tags e descrizione.

L’unico limite -per così dire- di Preloadr è che, se decidiamo di caricare le nostre foto da pc, abbiamo a disposizione soltanto 2 GB mensili di spazio e ciascuna immagine non può superare 9,8 MB…ma non è forse abbastanza?!

Creare slideshow in poche, semplici mosse | 2^ parte

3 agosto 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Dopo l’approccio con Imageloop, la creazione di uno slideshow con Vuvox sembra piuttosto diversa: la prima grande differenza è che Vuvox, a registrazione dell’account effettuata, crea un vero e proprio canale personale con un link univoco, integrando quindi alla mera creazione di slideshow anche un lato più propriamente “sociale”, di condivisione.

Ma andiamo con ordine: Vuvox consente di utilizzare il servizio sia in una versione rapida e veloce, sia in una completamente personalizzabile, previa registrazione.

Il bottone Express ci permette di creare uno slideshow a partire dal FeedRSS delle nostre foto in Flickr, Picasaweb, Buzznet o anche da Feed pubblici, come ad esempio Boing Boing, YouTube, Time ed altri famosi siti web. Inserito l’URL del Feed, scegliamo uno tra i numerosi stili a disposizione e salviamo la presentazione ottenuta come codice da integrare nel sito o link da comunicare via email.

Il bottone Studio invece, ci consente di accedere ad un’area piena di strumenti, a partire dall’upload di immagini dal nostro computer (in Vuvox possiamo utilizzare tranquillamente le stesse scorciatoie da tastiera del pc/Mac: ad esempio tenere premuto Ctrl per la selezione multipla, Ctrl+Z per annullare l’azione, etc…).
(continua…)

Creare slideshow in poche, semplici mosse | 1^ parte

2 agosto 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Con tutte le fotografie che scatteremo quest’estate, certo sentiremo il bisogno di organizzare le nostre cartelle piene zeppe di files e, magari, scegliere le immagini più belle per farne gallerie animate da pubblicare sul nostro sito web.

Ultimamente ci siamo imbattuti in due ottime applicazioni online per la creazione di slideshow personalizzate, Imageloop e Vuvox, entrambe con un’interfaccia gradevole e facile da utilizzare, che consentono l’upload di fotografie sia da terminale sia da siti di photo-sharing come Flickr, PicasaWeb, MySpace o altri servizi web.

Imageloop esiste in versione italiana, anche se l’interfaccia molto carina e chiara rende possibile manipolarne gli strumenti anche soltanto intuitivamente.
Per cominciare a realizzare uno slideshow non c’è bisogno di registrarsi (anche se la creazione di un account dà accesso, come sempre, a funzionalità avanzate del servizio My Imageloop): nel tab “crea uno slideshow” carichiamo immagini dal terminale oppure dall’URL di un sito web, scegliamo un layout grafico (skin) tra quelli a disposizione, lo stile delle transizioni, eventuali effetti, dimensione personalizzata, modalità di visualizzazione dei testi ed in men che non si dica otteniamo il codice per integrare lo slideshow sul nostro sito (come nel nostro caso) oppure anche inviarlo per email agli amici!

Slideshow, Photo Sharing, Image Hosting, MySpace Slideshows at imageloop.com make your own slideshow view all photos

Due ulteriori pregi di Imageloop: per l’upload di immagini mutliple, il sito mette anche a disposizione un piccolo programma per Windows che consente di caricare più files contemporaneamente! Inoltre è possibilie trasformare in slideshow anche le nostre presentazione Powerpoint o OpenOffice (.ppt o .odp)!

[Leggi anche Creare slideshow in poche, semplici mosse | 2^ parte]

3 nuovi usi di Flickr

11 giugno 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Flickr è una fonte di ispirazione continua per i developers che, regolarmente, ci offrono servizi e gadget per mostrare in maniera alternativa le foto del nostro account su un sito web. Di recente, hanno catturato la nostra attenzione queste nuove applicazioni:

SlideFlickr crea slideshow in Flash semplicemente a partire dal nostro nomeutente, URL o nome del gruppo. Le opzioni avanzate consentono di scegliere quali set mostrare oppure se filtrare le foto per tag e, inoltre, permettono di personalizzare il player. Ottenuto il codice, basta copiare/incollare nel sito ed il gioco è fatto: in meno di un minuto potete creare slideshow come quella che vedete di lato!
fonte Mashable

PictureSandbox Card vi aiuta a creare un phreeting (photo + greeting) a partire dalle fotografie del vostro account di Flickr: l’utilizzo è facile ed intuitivo ed il risultato è una pagina web che mostra l’immagine scelta con annesso messaggio in stile e-card. C’è qualche problema con i tempi di loading delle immagini e con l’anteprima della cartolina (bisogna salvarla prima di poter vedere la preview): confidiamo in un upgrade!
fonte Digital Inspiration

FlickaDay, con l’aiuto della vostra webcam, è un’applicazione che vi scatta una foto al giorno (e solo una!) e le organizza in maniera sequenziale cosicchè possiate pubblicarle nel vostro sito in un widget in Flash a mò di video. L’ispirazione per questo servizio viene da questo video che ha fatto il giro del mondo (visto oltre 6 milioni di volte) dove il protagonista si è scattato una foto ogni giorno per ben 6 anni!
fonte TechCrunch

UPDATE!
123Flickr è l’ultima nata tra le gallerie gratuite create dagli utenti: si inserisce username e numero di immagini da mostrare, si aspetta qualche secondo e si ottiene il codice HTML per inserire la gallery nel proprio sito/blog. L’effetto grafico è davvero molto carino: avremo infatti un box con le thumbnails delle nostre foto e, cliccando su ciscuna, possiamo vederne un ingrandimento oppure andare alla dimensione originale direttamente sull’account di Flickr. Guardate questo esempio!

Crea sfondi e gallerie per il tuo cellulare in pochi secondi

5 giugno 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Che la comunicazione multimediale si stia indirizzando verso i personal media, ovvero i dispositivi mobili, è dimostrato dal proliferare di servizi ed applicazioni web che ci consentono di interagire in maniera sempre più intensa con telefonini, smart phones e PDA. Molti siti offrono la possibilità per gli utenti di aggiungere contenuti anche via cellulare (Gmail, Twitter, Jaiku, solo per citare i più noti) ed altri nascono invece come applicazioni per creare contenuti per i dispositivi mobili, offrendo lo stesso grado di facilità d’uso, interazione e personalizzazione di tutti i nuovi servizi 2.0.

Ad esempio, moboPic e Mostrips sono due siti recenti che ci permettono di gestire immagini e foto per adattarle al telefonino.

il logo di moboPicmoboPic è un’applicazione che funziona online senza necessità di registrazione: in pochi secondi ci consente di creare uno sfondo per il cellulare a partire da un’immagine che possiamo linkare dal Web o caricare dal nostro computer. Nella fase Resize & Crop moboPic ha una serie di impostazioni predefinite per ridimensionare la foto in base al modello di cellulare: (continua…)

Raccontare le immagini con un VoiceBook

22 marzo 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Se state cercando un modo per presentare alcune immagini sotto forma di slideshow accompagnandole con commenti scritti o addirittura vocali, sappiate che è spuntata sul Web una nuova applicazione gratuita, utilizzabile online, che vi consente di fare proprio questo ed altro ancora.
Voicethread è un servizio che ci fa creare i cosiddetti VoiceBooks, gallerie di immagini dove possiamo registrare la nostra voce, pubblicare sul Web e condividere con altri utenti, dando anche agli altri la possibilità di aggiungere al video le proprie annotazioni vocali.

Una volta registrati al servizio, seguiamo le istruzioni (per Win e Mac) per il corretto funzionamento del microfono che ci servirà per registrare la nostra voce; iniziamo a creare il VoiceBook innanzitutto dandogli un titolo ed, eventualmente, una breve descrizione.
Carichiamo le foto dal nostro computer o, se disponiamo di un account Flickr, possiamo utilizzare le immagini dei nostri Set (continua…)