Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Google-calendar | Googlisti.com
Articoli recenti

Come ti invito all’evento direttamente da Gmail

16 aprile 2010

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 4 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Inviaare invito via gmail

Inviaare invito via gmail

Gmail ha introdotto un’integrazione ancora più efficace con Google Calendar: quando andiamo a comporre un nuovo messaggio, accanto al link di inserimento allegati troviamo una nuova opzione per l’invio di inviti.

Al clic su “Inserisci invito“, Gmail apre una finestra di dialogo con un’interfaccia che ci consente di creare un nuovo evento del calendario, scegliere data e ora, inserire location e descrizione e scegliere un calendario per l’evento.
La cosa intelligente è che, se i destinatari sono nostri contatti di Google, Gmail ci permette a verificare la loro disponibilità abilitandoci alla visualizzazione delle attività programmate (purché abbiamo il permesso di accedere ai calendari condivisi o pubblici).

aggiungi l'evento al calendario

aggiungi l'evento al calendario

Dopo aver inserito tutti i dettagli, l’evento viene integrato automaticamente nel corpo dell’email e-mail, avendo ancora la possibilità di modificarne i dettagli o rimuoverlo.

Chi riceve il messaggio di posta si trova l’invito e un link diretto per aggiungere l’evento al proprio calendario. Comodo, no? ;)

Pianificare più facilmente eventi in GCal con Sneak Preview

30 novembre 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 4 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Google Calendar ha invitato alcuni utenti a testare una nuova funzionalità chiamata Sneak Preview, che consente di visualizzare un’anteprima dei calendari dei tuoi amici, mentre stai creando un tuo evento. Attualmente, in Labs il gadget “Free or Busy” consente già di verificare la disponibilità degli amici per un evento creato.
Tuttavia, quando si tratta di pianificare un appuntamento futuro, prima di creare l’evento sarebbe comunque necessario passare a una data successiva e verificare il calendario del proprio amico per assicurarsi che l’ospite sia libero in quel momento particolare.

Con Sneak Preview, potremo essere in grado di visualizzare in anteprima il calendario del nostro contatto su un nuovo mini-calendario nella schermata “Crea evento”.
Ciò rende la pianificazione molto più semplice, consentendo di vedere quando le persone sono libere, e se la data proposta sarebbe in conflitto con eventi già programmati.
Questa infatti viene evidenziata con un box trasparente in sovraimpressione (trascinabile col drag & drop). Man mano che si aggiungono gli ospiti al nostro evento, ci viene mostrato il loro calendario e possiamo visualizzare le loro attività pianificate per il futuro lungo il lato destro del nostro calendario. Passando col mouse sopra ogni attività, possiamo vederne ulteriori dettagli in una piccola finestra pop-up.

Sneak Preview, tuttavia, potrebbe non essere utile per gli utenti che possiedono diversi calendari (ad esempio uno per lavoro e uno personale), in quanto attualmente c’è un limite reale, ovvero viene mostrato solo il nostro calendario predefinito.

Per poter provare la nuova funzione, dovreste vedere un link nella pagina “Crea evento” (vedi screenshot).

calendar Sneak Previeew

calendar Sneak Previeew

Google Calendar integra i compleanni dei nostri contatti

31 luglio 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 4 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Dopo molte richieste di utenti che si auguravano un’integrazione con Calendar, Google ha recentemente aggiunto nei Contatti diversi nuovi campi, tra cui anche la data di nascita.
Finalmente è possibile aggiungere ai propri calendari anche l’elenco dei compleanni dei nostri amici, aggiornandolo di volta in volta dal Contact Manager (anche via Gmail).

Come si aggiunge il calendario dei compleanni dei contatti nel proprio Calendario Google?

Calendario compleanni

Calendario compleanni

1. Impostazioni > Calendari > Sfoglia calendari pubblici

2. Compleanni ed eventi dei contatti > Aggiungi calendario

3. Nella scheda Altri calendari troviamo il calendario compleanni dei contatti!

Come per tutti i calendari pubblici, anche il calendario compleanni resta di sola visualizzazione, quindi non possiamo modificare direttamente gli eventi nè possiamo impostare le regole di notifica. Questo purtroppo è un gran bel limite, soprattutto perchè nel caso di compleanni “importanti” un’email o un SMS automatico non guasterebbero! Le uniche funzioni supportate sono quelle di embed e dell’esportazione nei formati utilizzati per accedere al calendario da altre applicazioni (XML, ICAL, HTML).

Tasks finalmente integrato in Google Calendar

15 maggio 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

La prima apparizione dei Task è stata nei Labs di Gmail, quindi è stata sviluppata una versione per iPhone e un modulo per i gadget iGoogle; ora è possibile gestire le attività anche da Google Calendar, con due diverse possibilità di visualizzazione: nella barra laterale destra, dove è possibile anche gestire le attività programmate, e come funzione built-in del Calendario.

Tasks nel Calendario

Tasks nel Calendario

Per aggiungere un Task infatti possiamo sia creare un nuovo elemento dalla barra laterale che compare già in Gmail, sia cliccare su un riquadro del Calendario, come se volessimo aggiungere un evento qualsiasi, e selezionare invece l’opzione Tasks. Ovviamente le attività sono aggiornate in tempo reale, dunque se aggiungo, modifico, rimuovo una attività nel calendario, questo aggiornamento è immediatamente visibile anche in Gmail e viceversa. Ecco cosa leggiamo sul blog di Google:

COSA SI PUO’ FARE

  • le attività per cui è stata scelta una data di scadenza appariranno automaticamente nl nostro calendario identificate da un diverso colore;
  • per creare un compito con una data di scadenza in Calendario, fare clic su uno spazio vuoto nella vista Mese o nella sezione Tutto il giorno e selezionare l’opzione task;
  • per allegare una data di scadenza ad un task, fare clic sulla freccia destra accanto all’attività mostrata nell’elenco dei task, quindi, fare clic sull’icona del calendario per selezionare una data;
  • per modificare la data di un task, è sufficiente trascinare il task nella casella di una nuova data (drag and drop, come si farebbe con un evento di calendario);
  • per contrassegnare un’attività come completata dal calendario, fare clic sulla casella accanto al titolo del compito;
  • per tracciare la sequenza di tasks in programma è stato aggiunto nella sidebar un comodo filtro che ordina le attività per data di scadenza.

COSA MANCA

  • non è possibile utilizzare “aggiunta rapida” per creare compiti;
  • i tasks aggiunti al calendario non possono essere sincronizzati con altre applicazioni;
  • non è (ancora) possibile ricevere notifiche via SMS o e-mail per i tasks.

I lettori segnalano

23 marzo 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Tra le tante segnalazioni arrivate, ecco una selezione delle più interessanti degli ultimi tempi:

Alessandro ci informa della release della versione 0.3 di Gcal, il client J2ME tutto italiano per Google Calendar.
Ancora in fase di sviluppo e con tante funzionalità da aggiungere, Gcal rappresenta una buona soluzione per accedere al proprio account Google Calendar, praticamente da qualsiasi telefonino che supporti la tecnologia J2ME. Tra le nuove funzioni: supporto per il touch screen, salvataggio di eventi su un calendario locale, dimensione dei font, etc…

Tutte le informazioni sul post “ufficiale” relativo all’ultima versione rilasciata.

Valerio segnala il suo ultimo lavoro, My365map, ovvero un portale web costruito sull’interattiva delle mappe di Google che ha lo scopo di raccogliere e catalogare un’ampia serie di attrazioni sul territorio Italiano: monumenti, bellezze naturali, impianti sportivi, spettacoli, musei, siti archeologici e chiese. ecc. Il sito, oltre ad essere un motore di ricerca in loco per le attività inserite, è anche una sorta di wiki che l’utente può arricchire registrandosi ed inserendo informazioni in suo possesso.

C’è anche un feed da sottoscrivere per non perdere tuti gli aggiornamenti.

Vic annuncia invece un’applicazione appena sviluppata per integrare in un certo modo i contatti di Facebook e Gmail: Gupdate.

Questa applicazione copia l’immagine del profilo dei vostri amici nei rispettivi contatti dell’account gmail.
In questo modo la rubrica potrà contenere le stesse immagini (aggiornate) degli amici presenti anche sull’account di Facebook. L’applicazione non memorizza nessuna password di Gmail ma utilizza direttamente le API di Google rilasciate per la gestione dei contatti.

Gupdate dovrebbe funzionare anche con gli account di Google Apps, anche se la nostra prova non è andata a buon fine: la sincronizzazione è avvenuta solo in parte, ma non sappiamo se questo sia dovuto all’alto numero di contatti o ad una qualche incompatibilità di browser. Sicuramente la risoluzione dei bug è solo questione di tempo, quindi aspettiamo aggiornamenti!

E ora sincronizziamo gli eventi di Facebook con Google Calendar

7 marzo 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

L’esplosione della “socialità” ci ha portati pian piano a ricorrere a così tanti web tools per migliorare la produttività ed ottimizzare le delle nostre attività, da rendere quasi complicato gestirli tutti contemporaneamente. E visto che sarebbe impensabile avere un’altra applicazione per gestirli tutti, semplicemente è il caso di fare un po’ di sincronizzazione.

Cominciamo, ad esempio, col sincronizzare il calendario di eventi di Facebook con Google: è una procedura semplicissima che richiede davvero pochi minuti!

Gli eventi di facebook

Gli eventi di facebook

Nel nostro account di Facebook, alla sezione Eventi facciamo click sul link Esporta Eventi e copiamo l’URL che ci viene indicato.

Aggiungi URL

Aggiungi URL

Dopo il login in Google Calendar, nel box Altri calendari selezionamo Aggiungi>Aggiungi URL ed incolliamo l’indirizzo precedentemente copiato da Facebook.

In pochi secondi gli eventi salvati in Facebook vengono integrati anche in Google Calendar e, ovviamente, ad ogni nuova attività del primo corrisponde l’aggiornamento del secondo. La cosa utile è che non vengono sincronizzati tutti gli eventi, ma solo quelli in cui abbiamo previsto la nostra presenza (forse parteciperò/perteciperò).

Di default, il calendario viene aggiunto come privato e visibile solo a noi, ma se vogliamo renderlo pubblico o condividerlo con altri utenti, ricordiamoci di spuntare l’opzione “Vuoi impostare il calendario come accessibile pubblicamente?” al momento del copia/incolla dell’URL.

Questa e tantissime altre informazioni interessanti sul social network del momento potete trovarle su Inside Facebook.

Sincronizzare iCal con Google Calendar

1 agosto 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Google Calendar ha finalmente aggiunto il supporto a CalDAV, un protocollo aperto che consente l’accesso al calendario via WebDAV (via).

“What is CalDAV

CalDAV is an open protocol that allows calendar access via WebDAV. CalDAV models calendar events as HTTP resources in iCalendar format, and models calendars containing events as WebDAV collections. This allows you to publish and subscribe to calendars, share them collaboratively, sync between multiple users and sync between multiple devices.”

Per ora l’unica applicazione contemplata in questa interazione è iCal. Questo significa vedere e modificare gli eventi segnalati in Google Calendar anche offline, via iCal appunto: nel momento in cui si torna online, il calendario di Google si sincronizza con tutte le modifiche apportate precedentemente attraverso iCal.

iCal + Google Calendar

iCal + Google Calendar

Per abilitare questa opzione, è sufficiente seguire le istruzioni indicate da Google:

1. Aprire iCal>Preferenze>Account

2. Aggiungere un nuovo account cliccando il segno +

3. Inserire le seguenti informazioni:

Descrizione: questo sarà il titolo del nuovo calendario sincronizzato.
Username: bisogna inserire l’indirizzo email completo (anche con la @) utilizzato per accedere al calendario; questo vale anche se utilizzate Google Apps for your domain.
Password: digitare la password associata all’account.

5. In Opzioni Server è necessario inserire il seguente indirizzo [ https://www.google.com/calendar/dav/ [tuo indirizzo email Google Calendar] /user ] come URL Account.

Ad esempio, se l’indirizzo per l’accesso a Google Calendar è tuonome@gmail.com, l’indirizzo da inserire nella voce Account URL sarà https://www.google.com/calendar/dav/tuonome@gmail.com/user

6. Cliccare Aggiungi ed attendere qualche minuto per la sincronizzazione degli account. Di default, il calendario si aggiorna ogni 15 minuti, ma è possibile modificare questa impostazione dal pannello di Preferenze in iCal oppure semplicemente fare refresh del calendario tenendo premuto il tasto Cmd (mela) +R.

Ci sono attualmente alcuni bugs da risolvere: pare che gli allarmi/reminders non riescano a sincronizzarsi, ma funzionano solamente se vengono abilitati via Google Calendar e non iCal; lo stesso vale per le notifiche email ed SMS. In attesa di una seria operazione di bug fixing, ricordiamo che esistono molte applicazioni di terza parte per la sincronizzazione dei calendario tra diversi account e dispositivi (anche mobili): Calgoo, Plaxo, GCalSync, GMobileSync, per dirne qualcuno free.

Ma forse semplicemente è meglio staccare la spina e andare in vacanza! ;)

Google rassegna news 06/03/2008

6 marzo 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Settimane dense di avvenimenti per Google: a parte il lancio del già citato Google Sites, facciamo il consueto riepilogo delle altre novità.

Google calendar si sincronizza con OulookAppena rilasciata una piccola utility per sincronizzare il calendario di Google con Microsoft Outlook: Google Calendar Sync è un file eseguibile per Win da installare, che resta attivo ed accessibile dalla system tray.

Attraverso nuove API di Google Maps possiamo generare immagini statiche, che non richiedono l’utilizzo di Javascript, oltre alle solite mappe interattive (dimensione massima 512×512 px): il tutto da questo semplice wizard.

Tra l’altro sappiate che è online il sito Explore Google Maps, dove vengono raccolti e pubblicati in un player di YouTube dei brevi video-tutorial (sempre in inglese, almeno fino a questo momento) che insegnano ad utilizzare con efficacia i tools messi a disposizione dalla mappe.

E ancora, Dynamick segnala la release di una comodissima Google Maps Demo Gallery, nella quale sono elencate demo di tutti i tipi, realizzate da googlers e non, complete di miniatura, descrizione e codice.

(continua…)