Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Google Reader | Googlisti.com
Articoli recenti

Google Reader Play presenta le notizie interessanti del web

11 marzo 2010

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 4 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Google Reader Play

Google Reader Play

Dalla tecnologia utilizzata per raccomandarci items e letture interessanti in Google Reader, il team di Google ha tirato fuori un tool che offre ben poco sul fronte produttività, ma punta tutto sull’esperienza di fruizione dei contenuti.

Google Reader Play è infatti un player a tutto schermo che pesca le notizie più popolari e interessanti del web (preferibilmente video, foto e brevi testi) e le presenta a mo’ di slideshow navigabili da tastiera o con autoplay. L’interfaccia offre all’utente poche, semplici funzioni come star, like e share.
Ovviamente si ha la possibilità di andare a vedere la notizia originale in Reader.

Chi ha una account Google può avere un’esperienza di navigazione personalizzata, scegliendo quali item visualizzare in Reader Play: starred, liked, shared o notizie selezionate da una specifica categoria.

Essendo in fase sperimentale, potete testare Reader Play dai Labs di Google anche senza avere un account!

L’evoluzione social di Google Reader/2

18 agosto 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Nel giro di un mese, Google ha aggiunto un bel po’ di nuove opzioni al suo FeedReader, molte delle quali focalizzate sulla condivisione di item e la “socializzazione” degli utenti attraverso una diversa gestione dei contatti.

Ecco gli ultimi updates:

1. Invia a…

Dal menù Impostazioni > Invia a si abilita una nuova funzione che consente di condividere i post in altri servizi: Twitter, Facebook, Digg, Delicious, etc.
Nel FeedReader, dopo aver selezionato un item, possiamo usare la scorciatoia da tastiera Shift + T per aprire rapidamente il menu “Invia a” e scegliere il servizio dove condividere il post.

Google offre anche la possibilità di aggiungere siti manualmente: ecco qualche tip per inserire altri servizi di condivisione, ma anche salvare un post come PDF.

Nome: Google Bookmarks
URL: http://www.google.com/bookmarks/mark?op=edit&output=popup&bkmk=${url}&title=${title}
URL icona: http://www.google.com/favicon.ico

Nome: Google Calendar
URL: http://www.google.com/calendar/event?action=TEMPLATE&text=${title}&details=${url}
URL icona: http://calendar.google.com/googlecalendar/images/favicon.ico

Nome: Share This
URL: http://addthis.com/bookmark.php?v=250&url=${url}&title=${title}
URL icona: http://shareicons.com/favicon.ico

Nome: Ping FM
URL: http://ping.fm/ref/?link=${url}&title=${title}
URL icona: http://ping.fm/_images/icons/ping.png

Nome: Evernote
URL: http://www.evernote.com/clip.action?title=${title}&url=${url}
URL icona: http://www.evernote.com/favicon.ico


Nome: Salva come PDF
URL: http://savepageaspdf.pdfonline.com/pdfonline/pdfonline.asp?cURL=${url}
URL icona: http://www.adobe.com/lib/com.adobe/template/icon/pdf.gif

Feeds dei contatti

Feeds dei contatti

2. Feeds delle persone che seguiamo

Ora è possibile iscriversi direttamente ai siti che i nostri contatti condividono tramite il loro profilo di Google: blog, foto, aggiornamenti da Twitter o altre informazioni aggregate sul proprio Google profile vengono indicizzate e sottoscrivibili in un click.

1. Maggior controllo per contrassegnare gli item come già letti

Il nuovo menu consente di scegliere se segnare come già letti elementi più vecchi di uno specifico lasso di tempo (un giorno, una o due settimane), mentre di default vengono contrassegnati come letti gli elementi più vecchi di un mese.

L’evoluzione social di Google Reader

18 luglio 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Qualche mattina fa l’apertura di Google Reader ci ha riservato alcune sorprese: following, liking e people searching in un nuovo pannello di gestione per la condivisione di items e le relazioni con gli “amici”.

Google reader novità

Google reader novità

Ecco in breve le novità:

1. possiamo aggiungere gli items condivisi nel nostro profilo di Google;

2. è molto più semplice gestire in maniera dettagliata i nostri contatti: tramite due diverse tab possiamo vedere chi ci segue e chi seguiamo noi; c’è piena integrazione con i gruppi di contatti creati nel Contact Manager, tanto che possiamo scegliere di condividere i feed non pubblicamente, ma con uno specifico gruppo di contatti ed anche scegliere quale gruppo può vedere e  aggiungere commenti ai miei items condivisi;

3. possiamo trovare nuovi utenti da aggiungere ai feed effettuando ricerche per nome, location, argomento;

4. abbiamo un vanity URL, ovvero un indirizzo composto da http://www.google.com/reader/shared/nomeutente invece della solita (bruttina) sequenza di numeri;

5. oltre alla stellina utilizzata per mettere una preferenza ad un post, abbiamo anche i Like (L come scorciatoia da tastiera). Mentre la stellina può identificare una preferenza pubblica o privata (a seconda delle impostazioni scelte dall’utente), i Like sono pubblici! Questo significa che chiunque legga un post dove noi abbiamo messo il Like può vedere che noi siamo fan e, dunque, può essere ricondotto al nostro account. Se, da un lato, questo può essere un ottimo modo per vedere le preferenze di altri lettori e scovare persone con gusti simili ai nostri, dall’altro…occhio alla privacy!

TRICK: un piccolo Easter Egg se provate a fare Like di un post dopo aver digitato il Konami code! ;)
[via]

Le novità di Google da tenere d’occhio [parte seconda]

24 giugno 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Microblogging Search Engine: Google starebbe preparando un servizio di indicizzazione e ranking dei risultati di ricerca provenienti da apps di microblogging come Twitter. [via]

Mobile iGoogle: dopo qualche ripensamento, la nuova versione di iGoogle per iPhone e Android supporta finalmente le schede ed integra perfettamente tutti i gadget di cui usufruiamo via browser (eccetto quelli con Flash), inclusa la visualizzazione dei post per i gadget di FeedRSS. [via Googleblog]

igoogle

igoogle

Google ha introdotto nella ricerca immagini la possibilità di filtrare i risultati in base al tipo di licenza Creative Commons per l’utilizzo del file. L’opzione non è ancora stata integrata nell’interfaccia italiana, ma è possibile testare in anteprima la ricerca “filtrata” grazie a GOS.

Si apre agli sviluppatori Javascript la possibilità di scrivere propri Google Scripts per migliorare le funzionalità di servzi come Docs, Gmail, o Calendar. A differenza degli script di Greasemonkey, ad esempio, che ciascun utente deve installare sul proprio browser, questi script funzioneranno direttamente sui server di Google e potranno essere utilizzati, ad esempio, per creare funzioni nei Fogli di Calcolo o aggiungere altre personalizzazioni ad hoc.

I Bundle feeds di Google Reader sono un modo nuovo e veloce per creare una lista di feed RSS e condividerli “in massa” attraverso una pagina apposita pubblicata da Google.

Bundle feeds

Bundle feeds

Google Libri ha una nuova interfaccia e nuove funzioni: opzione per incorporare l’anteprima del libro in una pagina web, migliore ricerca dei contenuti, migliore panoramica e paginazione del libro, menù a tendina dei contenuti ed altro ancora! [via GoogleItalia blog]

Twitter integrato in Gmail e Google Reader

20 aprile 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Dopo la volata di Facebook verso il grande pubblico, pare che anche Twitter stia raggiungendo un certo grado di notorietà anche tra utenti non propriamente geek. Quotidiani, agenzie di stampa, associazioni sembrano aver intuito la potenza del mezzo anche in Italia e da qualche settimana si mobilitano followers a destra e a manca.

twittergadget

twittergadget

Se un gadget desktop non vi basta più per tenere sotto controllo lo stream aggiornato dei vostri contatti, c’è già chi ha pensato  a come poter twittare anche da Gmail e Google Reader.

TWITTER IN GMAIL
Niente di più semplice: dopo aver abilitato la funzione dei Labs che consente di aggiungere qualsiasi gadget tramite URL, andiamo nella scheda Gadget e inseriamo il gadget di Twitter digitando l’indirizzo
http://www.twittergadget.com/gadget.xml

TWITTER IN GOOGLE READER
Qui ci serve avere Greasemonkey installato e per poter poi aggiungere Treader, uno script che non aggiunge un gadget di Twitter in GReader, ma permette di condividere via Twitter i feed che stiamo leggendo.

Se voglio pubblicare il link ad un post che ho nel feed reader, mi basta selezionare il post e premere Shift + T per condividere questo link tramite Twitter. Chiaramente al primo utilizzo è necessario inserire le proprie credenziali per accedere all’account di Twitter.

5 script per filtrare i feed da leggere in Google Reader

22 luglio 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Se, come noi, non avete freni nella sottoscrizione di Feed, la mole di post da leggere dopo qualche giorno di assenza può essere a dir poco preoccupante. E segnare tutto come già letto non è una soluzione…

Per fortuna, Google Reader può essere integrato con alcuni script di Greasemonkey che svolgono la funzione di “filtro” per le notizie da leggere:

filtro AideRSS- AideRSS è sia un tool per analizzare l’indirizzo di un blog o feed RSS, valutando la rilevanza dei post in base al cosiddetto PostRank™. Inoltre è anche estensione per Firefox e script di Greasemonkey, che aggiunge in Google Reader la funzionalità di ranking dei feeds da leggere. AideRSS cerca di misurare la popolarità calcolando il numero di commenti, di voti su Digg o Reddit, i backlinks da Google Blog Search. Il risultato di questa valutazione è il PostRank, un numero da 1 a 10 che, aggiunto accanto al titolo dei post in Google Reader, ci consente di filtrare ed ordinare le letture in base alla rilevanza calcolata.

Per avere un’idea di come funziona AideRSS, provate a dargli in pasto l’URL di un blog o feed qualsiasi (anche senza registrazione)!Valutazione feed su AideRSS

- Favicon dei feed: la favicon ormai non è più una semplice decorazione dell’indirizzo di un blog, ma un piccolo aiuto visivo che facilita il riconoscimento di un sito dall’altro. Questo script mostra anche in gReader la mini icona originata dal feed.

- Remove Dupes: aggiunge un bottone che, cliccato, rimuove i post “duplicati” dall’elenco degli items da leggere, snellendo il flusso di ripetizioni nel feed reader.

- Filtro per GReader: dopo l’installazione di questo script, grazie al bottone Filter Settings è possibile escludere oppure evidenziare le notizie da leggere sulla base di una serie di parole chiave scelte da noi. Le notizie saranno in evidenza grazie a blocchi di colore giallo, mentre il grigio indicherà le esclusioni.

- Score stars: più che fungere da filtro vero e proprio, questo script permette all’utente di dare personalmente più rilevanza ad una notizia, aggiungendo non solo una, ma fino a cinque stelline per ogni post e, dunque, permettendo di assegnare un punteggio ad ogni notizia in base alla propria valutazione.

Easter Egg in Google Reader

9 giugno 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

↑ ↑ ↓ ↓ ← → ← → b a

(via)

P.S. Se non vi riesce, la “sorpresa” è qua :)

Un client desktop per Google Reader

19 maggio 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

ReadAir: screenshot di googlistiGoogle Reader è l’applicazione web lanciata da diverso tempo da Big G per la lettura dei propri feeds, la nostra preferita dopo l’aggiunta di una delle funzioni più gettonate, ovvero Google Gears per poter accedere alle informazioni anche in modalità offline.

Eppure c’è chi non ama esser costretto ad aprire la finestra del browser per leggersi le news. Una buona alternativa (in continuo sviluppo) potrebbe essere ReadAir, un’applicazione in Adobe AIR per accedere ai propri feeds di GReader via desktop.

Nonostante l’aspetto visuale, in pieno stile OSX, ReadAir funziona sia su piattaforma Mac, che Windows che Linux, purché abbiate installato AIR.

PRO
- una volta inserite le proprie credenziali di login, ReadAir le tiene in memoria per l’accesso immediato all’avvio
- completa sincronizzazione con l’account di Google Reader
- scorciatoie da tastiera (soltanto J e K per passare ad un item successivo o precedente)
- possibilità di segnalare le notizie preferite (starred)
- form di ricerca tra i feeds
- gestione delle sottoscrizioni
- temporizzazione personalizzata del refresh

CONTRO
- mancano tutte le altre scorciatoie da tastiera
(continua…)