Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Keyword | Googlisti.com
Articoli recenti

Un altro tool da Google per la scelta delle parole chiave

27 gennaio 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Lo scorso novembre, giusto qualche settimana prima del grande shopping natalizio, Google rilasciava un nuovo ed interessante strumento per la scelta delle parole chiave per le proprie campagne AdWords.

Passato qualche mese, nonostante ancora non sia arrivata l’attesa localizzazione in italiano, il Search-Based Keywords Tools resta un’applicazione da tenere a portata di mano, sia che siate advertisers in possesso di un account AdWords sia che vogliate semplicemente avere un’idea delle potenziali parole chiave per promuovere il vostro sito web.

La differenza sostanziale nell’utilizzo da parte di un utente registrato o meno è che il primo, dopo il login, ha a disposizione tutti i domini associati al suo account e, per ciascuno, Google suggerisce tutte le parole chiave rilevanti che attualmente non sono ancora utilizzate per la campagna AdWords. All’utente non registrato, invece, vegono mostrate tutte le keywords rilevanti per il sito inserito.

Google Keyword Tool

Google Keyword Tool

Le parole chiave possono anche essere filtrate in base ad una serie di parametri o suddivise per categoria merceologica, mentre l’icona a forma di lente ci collega ad una pagina di Google Insight for Search con i dati relativi al volume di quella keyword in un certo arco di tempo in una specifica zona (impostazioni ovviamente modificabili dall’utente).

In generale, essendo questo nuovo tool per le parole chiave aperto non ai soli advertiser di AdWords, esso va’ ben oltre il punto di vista degli inserzionisti, poiché è possibile utilizzarlo anche come strumento di analisi (basilare) della concorrenza. Avere accesso ad una serie di dati che ci aiutano a scegliere una serie di parole chiave rilevanti per la promozione di un sito web è un aiuto molto importante, soprattutto per chi si affaccia per la prima volta su questo terreno.

Chiaramente, dallo sguardo fortuito alla creazione dell’account AdWords il passo è breve, in quanto basta un click per passare dalla visualizzazione anonima dei dati alla registrazione al più famoso servizio per le campagne pubblicitarie e collegare, in questo modo, i dati trovati tramite il Keyword Tool con i più complessi e completi strumenti di webmarketing ed analytics gentilmente offerti da big G.

via SearchEngineLand

Gwigle: chi cerca gioca

30 maggio 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

gwigleAbbiamo scovato un giochino educativo, che vi aiuterà ad utilizzare al meglio le funzioni di ricerca di Google.
Se in una query normale dovete inserire una parola chiave per ottenere i risultati, Gwigle invece funziona al contrario: dallle informazioni elencate dovrete essere in grado di scoprire la keyword.
Il gioco, che inizialmente potrebbe sembrarvi stupido, è composto da molti livelli e man mano che si avanza, diventa decisamente complicato. L’utilità sta nel fatto che imparerete progressivamente a colmare le lacune nell’utilizzo degli operatori di ricerca avnzata, che generalmente sono poco utilizzati.
Ricordate che la search box non è case sensitive, quindi che scriviate maiuscole o minuscole nulla cambia. Pronti per la sfida?? Io sono già bloccata all’1.4 1.7 (qualcuno mi aiuti ??!!), e molti utenti si stanno dando una mano nei forum online!!
Che aspettate a mettere alla prova la vostra competenza?

Spam Detector

25 maggio 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Search Engine Watch recensisce un tool chiamato Search Engine Spam Detector: questo URL riesce a classificare quali elementi della vostra pagina web possono essere riconosiuti dai motori di ricerca come spam.
Inserendo l’indirizzo del sito, Spam Detector ne analizza il codice HTML per cercare essenzialmente possibili “trappole” come testo nascosto, parole chiave ambigue, etc.
Ad esempio, il Blog Ufficiale di Google sembrerebbe piano di testo invisibile, mentre questo sito è risulttao decisamente pulito!
E voi?

Sempre a proposito di Spam, Akismet, lo stesso team che cura la piattaforma WordPress, ha diffuso una statistica di SPAM e HAM (rilevati su blog che utilizzano il plugin di questo famoso filtro antispam) che, ad oggi, conta ben 38,876,284 commenti di spam 4,070,622 commenti validi.

[Scarica Akismet antispam]

Google: scorciatoie da tastiera

13 giugno 2005

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

shortcut-gmail
(continua…)