Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Mapplet | Googlisti.com
Articoli recenti

2Spaghi Google Mapplet

3 dicembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Gli amici di 2Spaghi ci avevano concesso di dare un’occhiata all’anteprima e ne siamo stati subito entusiasti: ora che la 2Spaghi Google Mapplet è ufficialmente stata rilasciata, non possiamo non spendere 2 parole per spiegarvi di cosa si tratta.

Come sappiamo, una mapplet è una mini-applicazione realizzata per funzionare in Google Maps la quale, generalmente aggiunge una certa categoria di contenuti personalizzati.

2Spaghi Google MappletOvviamente, il team di 2Spaghi ha pensato di bene di integrare un “motore di ricerca” per trovare e visualizzare ristoranti direttamente sulla mappa di Google (nella sezione Le mie mappe). Digitando una parola-chiave, i risultati ottenuti possono essere filtrati in base al numero di commenti, ai tags, alla media dei voti e dei salvataggi degli utenti e, ovviamente, è possibile spostarsi sulla mappa per trovare ristoranti nelle zone limitrofe.

(continua…)

Gli utenti correggono le mappe di Google

26 novembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Attivata per ora negli USA, Australia e Nuova Zelanda, la nuova funzione aggiunta da Google alle mappe le trasforma quasi in una sorta di wiki modificabili da chiunque con una facilità estrema.

Come mostrato dal video, ciascun utente con un account Google ha la possibilità di spostare il puntatore di una certa località sulle mappe di Google, così da correggere eventuali errori di localizzazione semplicemente trascinando il marker nel punto voluto.

Certo si potrebbe obiettare che l’estrema facilità di modifica della mappa può dare luogo a non pochi problemi, visto che qualsiasi utente può spostare a piacimento i puntatori di case, palazzi ed attività commerciali. Ma Google ha pensato anche a questo: se l’utente vuol muovere il puntatore oltre i 200 mt di distanza dalla posizione originaria, la modifica viene sottoposta a moderazione; inoltre alcuni edifici come ospedali, palazzi governativi, etc sono sottoposti a limitazioni.

(continua…)