Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
New Media | Googlisti.com - Part 2
Articoli recenti

Google rassegna news 25.01.2008

25 gennaio 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Google aggiunge nuove funzioni alle presentazioni: forme vettoriali quali frecce, cerchi, rettangoli, bolle stile fumetto; la possibilità di salvare come PDF; diverse opzioni di stampa del file salvato.
[via Googledocs Blog]

Rilasciata un’applicazione (solo per Windows) che permette di caricare files dal pc al proprio account di Google Docs trascinando i documenti oppure facendo clic con il tasto destro del mouse.
[Scarica Document List Uploader]

Realizzata un’applicazione web per creare grafici via Google: Chart Maker è un tool in Ajax che permette di realizzare grafici di vario tipo con impostazioni personalizzate in pochi e facili step (via Google Code Blog).

Un’iniezione di vitamine per Google Talk? Il plugin GPlus (disponibile solo per Windows) aggiunge a Gtalk alcune funzioni come emoticons animate, messaggi audio, colori di sfondo e formattazione del testo personalizzate.
[scarica GPlus]

Migliorato YouTube mobile che nella versione per dispositivi portatili mostra ora le stesse funzionalità del sito web, con accesso al proprio account e tutte le opzioni attualmente in uso. Rilasciata anche un’applicazione Java (compatibile con Nokia N73, N95, E65, 6110, 6120 e SonyEricsson k800 e w880) che può essere scaricata qui e che consente anche l’upload di filmati su YouTube direttamente dal proprio smart phone.
[via Google Operating System]

Associa all’account di Google tutti i tuoi indirizzi email

22 gennaio 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Ogni utente Google dispone di una pagina personale da cui gestire le informazioni relative al proprio account: nome, nickname, etc..

La novità è che da questa pagina è ora possibile associare al proprio account indirizzi email aggiuntivi, anche non registrati con Google, oltre all’indirizzo di posta primario.

Associa tutti i tuoi indirizzi email al Google AccountPer attivare questa opzione basta digitare l’indirizzo email che si vuol aggiungere nell’apposita casella e, cliccando Salva, in pochi secondi Google invia a quell’indirizzo un messaggio per verificarne le coordinate. Effettuata la conferma dei dati da parte dell’utente, l’associazione con il nuovo indirizzo email è completa.

Non è stato specificato alcun limite al numero degli indirizzi da associare, mentre, per quanto riguarda la cancellazione di un indirizzo di posta, è sufficiente rimuoverlo dalla stessa pagina di gestione dell’account.

In pratica, è un pò quello che già facciamo quando aggiungiamo indirizzi di posta alternativi nella sezione Accounts di Gmail, con tanto di verifica, solo che in questo caso l’associazione di diversi indirizzi ad un unico Google Account ci dà la possibilità di accedere a qualsiasi applicazione di Google (documenti, mappe, calendario, etc..) con ciascuno degli indirizzi email verificati.

Le novità di Google Docs

7 gennaio 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Il 2008 si apre all’insegna di alcune interessanti nuove caratteristiche nei documenti di Google: finalmente è possibile creare sottocartelle nelle quali spostare i documenti creati e “nascondere” i files che vogliamo mantenere privati, solo trascinandoli sull’icona Nascosto. La toolbar si arricchisce dunque di alcuni pulsanti che migliorano la gestione dei documenti: Sposta in (cartella), Rinomina e Visualizza i files nascosti.

Ma le novità maggiori riguardano le presentazioni le quali diventano finalmente integrabili nei siti web, in pieno stile YouTube, tramite il semplice copia/incolla di codice HTML. E per scoprire le altre novità voltate le pagine della presentazione che abbiamo realizzato: niente di meglio di una prova sul campo per testare le nuove funzionalità!

Tempo di regali. Anche su Twitter

18 dicembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Giusto in tema con il periodo natalizio, viene alla luce un nuovo servizio che si integra parzialmente in Twitter per inviare qualcosa in più oltre i soliti 140 caratteri di testo.

Tweetgift dispone infatti di una serie di regali, in forma di icone, da inviare ai contatti Twitter attraverso i messaggi. Per prima cosa aggiungiamo Tweetgift ai followings e, quando vogliamo inserire un elemento decorativo nel testo da inviare, componiamo un messaggio del tipo:

esempio di Tweetgift@tweetgift @utentetwitter coffee per cominciare la giornata ;)

dove coffee è il nome di uno tra i vari “regali” a disposizione insieme a fiori, ipod, cuori, note musicali, etc…

Googlisti su tweetgiftLa “fregatura”, tuttavia, è che in Twitter l’icona grafica non viene mostrata, quindi, se gli amici twitters si chiedono -confusi- che cosa diavolo state scrivendo, mandateli a vedere il messaggio originario su Tweetgift!

via Incubaweb

Anche YouTube si prepara al Natale

6 dicembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Mentre Google ha giù cominciato il conto alla rovescia (come lo scorso anno) per inseguire Babbo Natale, o meglio, per il download del file kml che ci mostrerà in Google Earth la lunga corsa per il mondo trainato dalla inseparabili renne, anche YouTube si fa influenzare dallo spirito natalizio, pubblicando un servizio speciale per le feste…

YouTube Holiday VideoCardSi chiamano Video Holiday Cards e sono videomessaggi in tema Natalizio (tipo questo) da inviare ad amici e contatti via email:

- seleziona il filmato preferito tra i numerosi a disposizione (oppure inserisci un video personale);
- scegli un tema di sfondo;
- aggiungi un messaggio;
- invia la video cartolina a tutta la tua rubrica!

La videocard realizzata ha un indirizzo pubblico che è possibile salvare per utilizzi successivi (magari riciclarla il prossimo anno)! :P

via GSpy

Google: wiki-mappe e livello Terreno

28 novembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Google arricchisce la creazione di mappe personalizzate con un paio di nuove funzioni; quando ci troviamo nel pannello Le Mie Mappe possiamo infatti cliccare:

la nuova funzione Collabora sulle mappe di Google- il link Collabora, che ci consente di aggiungere uno o più collaboratori che aggiungano informazioni alla mappa o modifichino quella esistente. L’amministratore può anche gestire alcune autorizzazioni avanzate, impostando per i collaboratori la capacità o meno di invitare a loro volta altre persone;

- il link Importa, che consente di aggiungere dati della mappa da un file KML, KMZ o GeoRSS caricandolo da computer oppure digitandone l’indirizzo web (se importate dati da Google earth, tenete presente che le mappe non supportano -ancora- certe informazioni, come i modelli 3d).

Altra novità riguarda invece la visualizzazione della mappa, dove il livello Ibrido lascia il posto alla modalità Terreno, che mostra tutte le caratteristiche geofisiche del territorio di riferimento con un ottimo grado di zoom. Che fine ha fatto la mappa Ibrida?!
Bè, non è completamente scomparsa: cliccando sulla modalità Satellite, infatti, è possibile vedere ancora i nomi delle strade, ma con una opzione in più, ovvero la possibilità di abilitare/disabilitare le indicazioni dall’apposito bottoncino.

Gli utenti correggono le mappe di Google

26 novembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Attivata per ora negli USA, Australia e Nuova Zelanda, la nuova funzione aggiunta da Google alle mappe le trasforma quasi in una sorta di wiki modificabili da chiunque con una facilità estrema.

Come mostrato dal video, ciascun utente con un account Google ha la possibilità di spostare il puntatore di una certa località sulle mappe di Google, così da correggere eventuali errori di localizzazione semplicemente trascinando il marker nel punto voluto.

Certo si potrebbe obiettare che l’estrema facilità di modifica della mappa può dare luogo a non pochi problemi, visto che qualsiasi utente può spostare a piacimento i puntatori di case, palazzi ed attività commerciali. Ma Google ha pensato anche a questo: se l’utente vuol muovere il puntatore oltre i 200 mt di distanza dalla posizione originaria, la modifica viene sottoposta a moderazione; inoltre alcuni edifici come ospedali, palazzi governativi, etc sono sottoposti a limitazioni.

(continua…)

Scaricare gratis Camtasia Studio 3

23 novembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Camtasia Studio 3Per chi non lo sapesse, Camtasia è un ottimo software per la realizzazione di screencast, montaggio video e mini-tutorial -solo per Windows :( , dalla fase di registrazione del monitor fino alla postproduzione e conversione del file.

Arrivato già alla versione 5, un’astuta iniziativa commerciale prevede ora il download gratuito della versione 3 (forse per convincerci poi a fare l’upgrade?!). Ad ogni modo, è sufficiente seguire le istruzioni suggerite da Digital Inspiration, ovvero scaricare la Demo di Camtasia Studio 3.1.3 e poi richiedere una chiave di registrazione da Techsmith in modo tale da convertire la demo in una versione con licenza.

Una volta avviata l’installazione del programma, inserite il codice che vi è stato inviato sull’email ed il gioco è fatto: la prima cosa che ci viene fatta notare è che, a questo punto, possiamo acquistare la versione 5 a sole £ 88 invece che £ 176…

Resta comunque il fatto che, facendo a meno dei recenti aggiornamenti come ad esempio la possibilità di creare video interattivi, l’autozoom, convertire i files per dispositivi mobili (anche iPod) e così via, la versione 3 ci offre comunque tutti gli strumenti per realizzare con facilità video dimostrativi oppure per elaborare filmati preesistenti.

(continua…)