Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Reader | Googlisti.com
Articoli recenti

Google Reader e ARIA insieme per l’accessibilità delle informazioni

13 marzo 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Il flusso di informazioni che arrivano ai nostri occhi dalla rete, soprattutto dopo l’avvento dei FeedRSS, è di solito esageratamente ampio, tanto che si fatica a tenere testa a tutte le notizie che vanno a riempire il nostro lettore di feeds. E se proviamo ad immedesimarci nell’esperienza utente di una persona con ipodevenza o altra disabilità visiva, possiamo appena immaginare la difficoltà di fruire l’informazione attraverso interfacce web spesso poco usabili e corredate di mille fronzoli 2.0.

Assolutamente apprezzabile (ma ancora tutta da perfezionare) l’iniziativa del team di Google che, per quanto riguarda il servizio Reader, oltre alla navigazione da tastiera ha implementato il supporto WAI-ARIA (Web Accessibility Initiative – Accessible Rich Internet Applications), un nuovo standard per potenziare l’accessibilità delle applicazioni web “ricche”.

Allo stato attuale ARIA è supportato solo da Firefox, ma ci auguriamo che in futuro diverrà uno standard adotatto da tutti i browser: in pratica questa integrazione permette di accedere ai contenuti di una nuova versione di Google Reader (quella che supporta ARIA) attraverso sistemi alternativi quali la lettura vocale (maggiori informazioni sul post ufficiale).

Questo progetto è stato testato nei seguenti ambienti:

Fire vox, estensione di browser vocale open source per Firefox;
Firefox 3 con JFW 8.0 e Window-Eyes 5.5
Firefox 3 portabile con JFW 8.0 e Window-Eyes 5.5

Visto che Firefox 3 è ancora in beta e gli standard ARIA in pieno sviluppo, è sicuramente un po’ presto per poter sperimentare senza problemi questa nuova funzionalità: nel nostro caso, ad esempio, la prova su Mac non è andata a buon fine, ma saremmo curiosi di sapere come va il test su Win o Linux: qualche volontario?

Googlizza il tuo cellulare

11 luglio 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

La rosa dei servizi che Google sta adattando a cellulari e PDA aumenta di giorno in giorno: se siete fans del “made in Googleplex”, leggete la guida pubblicata da Google Blogoscoped per integrare anche sul vostro smart phone le applicazioni che utilizzate online.

Si tratta per la maggior parte di client Java e versioni mobili delle pagine di Google; di terza parte, è incluso il servizio Shozu per l’upload di immagini e la scrittura di post su Blogger.

Google via smart phone1. Google Mobile Homapage
Un’ottima pagina iniziale da cui cominciare la navigazione anche dal telefonino. Possiamo scegliere quali moduli (news, reader, gmail, etc..) includere nella versione mobile della pagina in base all’homepage del nostro desktop all’indirizzo google.com/ig/

2. Mobile Blogger
Per i residenti fuori dagli USA, la maniera più semplice di pubblicare post su Blogger.com è utilizzare Shozu, scaricando/installando il client sul telefonino ed inserendo Blogger come nuova destinazione.
Sebbene le opzioni di formattazione siano limitate, questo è il miglior metodo per postare velocemente e semplicemente le vostre notizie “in movimento”.

3. Google Maps
Un client Java che mostra mappe o vista satellitare del mondo intero via Google Maps; negli USA è garantita anche la funzione di ricerca locale, indicazioni stradali, informazioni sul traffico in tempo reale e se il telefonino è GPS, la nostra posizione sulla mappa viene segnalata con un marcatore azzurro.
Per l’Europa (Italia compresa) queste funzioni dovrebbero essere attive, ma non in tutte le località: testate e fateci sapere! :)

(continua…)

Un nuovo tema per Google Reader

17 aprile 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Stanchi dell’aspetto grafico di Google Reader? Da oggi possiamo cambiarlo!

tema per Google ReaderIl nuovo tema non viene direttamente da Google ma è stato realizzato da Hicksdesign, che sul proprio sito mette a disposizione il download gratuito dello stile e le istruzioni per installarlo sui vari browser.

Noi abbiamo provato con Firefox:

1. Scarichiamo Greader.zip direttamente dal sito Hicksdesign (ci sono due cartelle compresse, una con lo stile per Firefox e Camino, l’altra per Mac OSX)

2. Installiamo l’estensione per Firefox Stylish e riavviamo il browser

3. In Firefox apriamo Strumenti>Componenti Aggiuntivi

4. In Estensioni clicchiamo sulla voce Opzioni di Stylish

5. In Gestione Stili clicchiamo Crea e copiamo nella finestra di dialogo lo stile (greader.css) contenuto nella cartella scaricata (la versione per Firefox)

6. Diamo un nome allo stile, salviamo e visitiamo Google Reader per vedere il nostro nuovo design!

via etc

Google Reader Notifier

5 dicembre 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Google Operating System segnala in un recente post l’uscita di una nuova estensione di Firefox che notifica la presenza dei Feed RSS non letti nel nostro account di Google Reader.

notifica Google Reader.gifPer avere Google Reader Notifier nella barra inferiore della pagina web, magari accanto alla notifca dei messaggi di posta Gmail, dovete installare l’estensione da questo link.
Riavviate Firefox e selezionate le vostre preferenze: se aprire Google Reader in nuova scheda o finestra, il lasso di tempo tra un aggiornamento e l’altro, se mostrare il numero dei Feed non letti (anche se, oltre i 100, compare soltanto il simbolo +), se mostrare o meno un segnale di notifica ad ogni nuovo post che si aggiunge all’elenco.
Per utenti Mac, Alex Ionut segnala invece un software chiamato The Same.

UN PASSO INDIETRO

Se ancora non avete importato i vostri Feed RSS in Google Reader, sappiate che potete effettuare questa semplice operazione mantenendo la struttura con la quale gestite attualmente i vostri Feed in pochi passi:

1. Installate l’estensione di Firefox OPML Support, che vi consente di esportare i vostri segnalibri live in un file OPML;
2. in Firefox clccate su Segnalibri>Gestione Segnalibri; una vola aperta la pagina cliccate su File>Esporta>OPML;
3. nella finestra di dialogo scegliete quali segnalibri esportare, facendo attenzione che sia selezionata l’opzione di conservare la struttura delle cartelle nell’esportazione;
4. in Google Reader, cliccate su Impostazioni>Importa/Esporta;
5. uploadate il file .opml appena creato ed automaticamente in Google Reader ritroverete i vostri Feed RSS suddivisi in tante cartelle quante quelle già utilizzate in Firefox.

…e buona lettura!

Integrare Google Reader in Gmail – 2 -

6 novembre 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Il redesign di Google Reader ha scatenato la creatività di vari programmatori che hanno realizzato script per integrare il lettore di Feed di Google nella altre applicazioni di casa.

Google Reader in Gmail.jpgVi abbiamo parlato di come poter integrare Google Reader in Gmail, ed ora scopriamo che questa operazione è stata perfezionata, per rendere l’intrusione di GReader nella posta meno invasiva, potendo utilizzare entrambe le applicazioni contemporaneamente.
Con lo script di Mihai Parparita, GReader compare in Gmail come una categoria a sè che, una volta cliccata, ha un loading piuttosto lungo che ci dà accesso alla lettura dei Feed i tutta la pagina.

Prendendo spunto da questo, Winston Young ha cercato di migliorare la fusione, con uno script di Greasemonkey che consente di visualizzare GReader nella stessa pagina della posta elettronica, proprio sotto i vostri messaggi. Sia GMail che Greader possono essere visulizzati in modalità estesa o ridotta, ma comunque entrambi nella stessa pagina grazie ad un resize automatico che li posiziona uno sotto l’altro, permettendoci di leggere i Feed senza perdere di vista la posta.

Istruzioni:

1. Installare Greasemonkey
2. Scaricare ed installare lo script Gmailreaderintegrator
3. Aprire Gmail e … leggere posta e Feed con una sola mossa!

via DownloadSquad

Come integrare Google Reader in Gmail

14 ottobre 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Pochi giorni fa Google ci ha regalato un redesign totale di GReader (come anche dei Groups): chiunque abbia familiarità con i prodotti di Google si aspetterebbe un’integrazione, come già avviene con Calendar, Docs & Spreadsheet, e così via: in effetti una mossa è già stata fatta da Mihai Parparita, dal team di GReader, che ha realizzato uno script di Greasemonkey che aggiunge i Feeds a Gmail, così sì possono leggere i propri links preferiti anche direttamente dall’interfaccia della posta elettronia.

Feeds in Gmail.gifPrima di tutto bisogna scaricare ed installare Greasemonkey in Firefox (o Trixie in IE), installare lo script, riavviare il browser ed il giochino è fatto.

Mentre l’integrazione estetica tra Gmail e Reader è praticamente perfetta (le due applicazioni sono in effetti uguali nell’aspetto), i tempi di caricamento delle news sono un pò lenti, ma non abbiamo dubbi che per l’effettiva ottimizzazione è solo questione di tempo.

Google Reader redesign (e la fine di Internet)

30 settembre 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Google Reader, l’aggregatore RSS web-based di Google, ha recentemente subito un gran bel redesign che lo avvicina molto nell’estetica e nell’organizzazione dei contenuti, a Gmail.

Questa nuova interfaccia dispone nella colonna a sinistra i Feed sottoscritti (tutti gli items, starred e condivisi), con relativo numero indicato accanto; il pulsante per aggiungerne di nuovi, con la possibilità di accelerare i tempi di inizio grazie ad una specie di “pacchetti” di Feed già suddivisi per argomento.
Nel blocco centrale ci sono ovviamente i post che potete leggere in modalità estesa o come un semplice elenco, segnare come già letti, organizzarli tramite tags ed impostare altre opzioni personalizzate nella sezione Settings (grande novità: la lettura è stata pensata anche per dispositivi mobili, da questo indirizzo).

E proprio dal pannello di controllo Google ha fatto sì che sbucasse il cosiddetto “uovo di Pasqua“…
Andate in Settings>Goodies e troverete spiegata la possibilità di trascinare sulla vostra barra dei segnalibri il bottone Next, che serve a velocizzare la lettura dell’articolo successivo.
Fine _di_Internet.jpgLa cosa curiosa è che, continuando a premere Next, si arriva a non avere più notizie da leggere e Google in questa pagina ci comunica … di essere arrivati alla fine di Internet!
E ci rimanda alla famosa pagina in cui ci suggeriscono che, dato che non ci sono più links e siamo al capolinea del Web, faremmo meglio a spegnere il computer e fare qualcosa di produttivo. Leggere un libro, per esempio!

Ben fatto Google, un pizzico di ironia non guasta mai!

[GReader help]
[Greader blog]

Manipolare files PDF

5 agosto 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

pdfreader_screen Stanchi di aspettare un tempo interminabile ogni volta che Acrobat Reader apra i vostri documenti PDF? Allora non aspettate a scaricareFoxit Reader?
E’ un programma leggerissimo (solo 1 Mb), che funziona immediatamente senza installazione ed apre rapidissimo i files PDF come non avete mai visto prima! Contiene anche molte funzioni come il classico Acrobat, tra cui la ricerca di parole nel testo, selezione e copia, supporto per lingue asiatiche, scrittura all’interno del documento stesso.
Se ancora non siete soddisfatti, la Foxit Software offre anche molti altri programmini a pagamento, oppure potete visitare il sito AccessPDF e scricare PDFTK, un tool pieno di risorse per interagire con i files PDF.
Quest’applicazione gratuita, disponibile per Windows, Mac OSX, Linux e FreeBSD, vi permette, tra l’altro, di unire singole pagine PDF in un documento unico (funzione utilissima!), produrre un file criptato da uno non criptato e viceversa, includere metadata, segnalibri o etichette nel documento, riparare files corrotti (dove possibile): insomma la manipolazione elettronica di PDF diventerà un gioco da ragazzi ed una grande risorsa per l’elaborazione dei vostri files.

[Download Foxit Reader]
[Download PDFTK]