Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Social | Googlisti.com
Articoli recenti

Alcuni aggiornamenti da Google

24 agosto 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 4 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

iGoogle introduce 19 nuovi gadget “social”, che consentono di vedere gli updates dei propri amici, condividere info, collaborare ed interagire in vari modi (dai giochini online alla to-do-list condivisa) con i propri contatti.
[via Googleblog]

Il plugin per la video chat è ora disponibile per l’embed anche nella propria pagina iGoogle: la video chiamata, dunque, è disponibile anche per chiunque abbia un account Google, ma non di Gmail.
[via Googletalk blog]

I Task possono essere finalmente inviati tramite email, e anche stampati!
[via Gmail blog]

Google ha introdotto la possibilità di condividere documenti, eventi in calendario, siti web con interi gruppi di utenti creati tramite Google Groups. In questo modo, chiunque si registri al gruppo, guadagna automaticamente l’accesso ai file condivisi.
[via Googleblog]

Google Docs consente ora agli utenti di caricare e condividere i propri templates nella galleria dei documenti scaricabili. Dalla gallery dei templates possiamo inviare il layout, selezionandolo dai nostri documenti Google, corredando il file con nome, breve descrizione, lingua di origine e categoria di appartenenza.
[via Googledocs blog]

L’evoluzione social di Google Reader

18 luglio 2009

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Qualche mattina fa l’apertura di Google Reader ci ha riservato alcune sorprese: following, liking e people searching in un nuovo pannello di gestione per la condivisione di items e le relazioni con gli “amici”.

Google reader novità

Google reader novità

Ecco in breve le novità:

1. possiamo aggiungere gli items condivisi nel nostro profilo di Google;

2. è molto più semplice gestire in maniera dettagliata i nostri contatti: tramite due diverse tab possiamo vedere chi ci segue e chi seguiamo noi; c’è piena integrazione con i gruppi di contatti creati nel Contact Manager, tanto che possiamo scegliere di condividere i feed non pubblicamente, ma con uno specifico gruppo di contatti ed anche scegliere quale gruppo può vedere e  aggiungere commenti ai miei items condivisi;

3. possiamo trovare nuovi utenti da aggiungere ai feed effettuando ricerche per nome, location, argomento;

4. abbiamo un vanity URL, ovvero un indirizzo composto da http://www.google.com/reader/shared/nomeutente invece della solita (bruttina) sequenza di numeri;

5. oltre alla stellina utilizzata per mettere una preferenza ad un post, abbiamo anche i Like (L come scorciatoia da tastiera). Mentre la stellina può identificare una preferenza pubblica o privata (a seconda delle impostazioni scelte dall’utente), i Like sono pubblici! Questo significa che chiunque legga un post dove noi abbiamo messo il Like può vedere che noi siamo fan e, dunque, può essere ricondotto al nostro account. Se, da un lato, questo può essere un ottimo modo per vedere le preferenze di altri lettori e scovare persone con gusti simili ai nostri, dall’altro…occhio alla privacy!

TRICK: un piccolo Easter Egg se provate a fare Like di un post dopo aver digitato il Konami code! ;)
[via]

Upgrade di Netvibes: benvenuto Ginger!

22 febbraio 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Netvibes Ginger

Da quasi un anno utilizziamo Netvibes come “startpage” ed è stato amore a prima vista. I widget dell’Ecosistema Netvibes sono moltissimi e permettono in un click di aggiungere utili e futili funzionalità. Nel mese di dicembre durante le Web3 il team di netvibes ha presentato la nuova versione “Ginger” e nelle ultime settimane sono partiti gli inviti per l’ upgrade di alcuni account.

Nuova interfaccia per la gestione dei contenuti, ricerca dei contatti da aggiungere tra i propri “friends” e possibilità di creare il proprio “universo” ovvero una pagina pubblica accessibile a chiunque direttamente su Netvibes. Per vedere un esempio potete visitare l’universo Googlisti creato in 5 minuti con lo scopo di aggregare informazioni provenienti da diversi servizi a cui siamo iscritti.

Nuova gestione dei contenuti

Nuova gestione dei contenutiNuova gestione dei contenutiNuova gestione dei contenuti 3Nuova gestione dei contenuti 4

La gestione dei contenuti è stata completamente rivista e spostata nella parte superiore della pagina (nella versione precedente era posizionata lateralmente). Pienamente supportato il drag and drop: basta trascinare il widget desiderato nel proprio universo, configurare eventuali preferenze e il gioco è fatto. Notevole la possibilità di ricercare widget e feed permettendo all’utente di trovare in modo semplice e veloce qualsiasi tipo di contenuto.

Un pizzico di social

Update your statusEbbene sì, anche Netvibes con Ginger diventa un social network. E’ possibile infatti creare un profilo (dove non poteva mancare l’impostazione del nostro “status”) e associare ad esso una lista di amici con cui condividere le proprie “Activities“. Purtroppo non abbiamo testato a fondo questa funzionalità causa scarsi friends (Ehi ma ci sei anche tu?!? Cosa aspetti ad aggiungerci!). In generale dovrebbe essere possibile commentare e seguire i singoli commenti di un amico o tutti i commenti/attività in una sorta di friends timeline che troviamo nel menù “Activities“.

Friends ActivitiesMy followersFind Friends
(continua…)

Facebook: un click per ignorarli tutti!

27 gennaio 2008

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Facebook è uno dei social networks più famosi, grazie al quale ritrovare vecchi amici, conoscerne di nuovi, invitare ed essere invitati a gruppi, eventi ed appuntamenti, scambiarsi messagi e molto altro ancora.

Il problema -spesso- è proprio il concetto di “altro ancora”: poke, super-poke, vampiri e lupi mannari, sfide all’ultimo film possono diventare un vero e proprio incubo :D dal quale ci si mette al riparo col solo bottone Ignore, da cliccare ogni volta che riceviamo un invito indesiderato.

Oppure possiamo aggiungere ai nostri preferiti il pulsante Ignore all, trascinarlo anche sulla barra dei segnalibri e, quando ci troviamo in Facebook nella pagina che contiene i links a tutte le applicazioni cui siamo stati invitati, cliccando quel solo bottoncino riusciamo a rifiutare tutti gli inviti contemporaneamente. Idea geniale, se si pensa alla gran quantità di “catene di S. Antonio” che Facebook genera quotidianamente…

Da vedere in azione qui!

Scegli un’immagine e ti dirò chi sei

14 marzo 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Se anche voi siete convinti che un’immagine valga più di mille parole, allora dovrete sottoporvi al test proposto da Imagini (beta), un sito il cui intento è quello di tracciare una sorta di DNA visivo delle persone che partecipano all’esperimento. Imagini chiede all’utente di effettuare un breve test alla fine del quale elaborerà poi un profilo che -vi sembrerà strano- nel mio caso ha rispecchiato piuttosto fedelmente molti aspetti della mia personalità.
Se masticate un pò di inglese, potrete rispondere ad una serie di domande, selezionando fra le figure proposte quella che meglio rappresenta il vostro pensiero: al termine del test leggerete un report che cerca di tratteggiare il vostro profilo in base appunto alle scelte effettuate.

In più, si possono confrontare le risposte con le percentuali delle preferenze di altri utenti (a dire il vero, se scegliamo di registrarci, abbiamo diritto ad una pagina di profilo personale ed otteniamo la possibilità di entrare in contatto con altri utenti le cui selezioni siano compatibili con le nostre) e la galleria di immagini scelte può anche essere trasformata in widget ed inserita nel proprio blog.

[Comincia il test]

QLOUD: musica da cercare, taggare e condividere

12 ottobre 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

QLOUD_homepage.gifQLOUD è un neonato motore di ricerca che integra anche alcune delle più comuni caratteristiche “sociali”.
Si può effettuare una query cercando il nome dell’artista, il titolo della canzone, dell’album, il genere musicale, ma anche si cerca anche per tags correlate, potendo anche vedere quanti e quali utenti (registrati) condividono lo stesso brano.

I risultati della ricerca, ovvero i brani musicali, si ascoltano con un player integrato: si può scegliere di restringere la ricerca tra le canzoni più ascoltate, le più recenti, le più taggate, e così via e si decide poi se salvarle come preferite, acquistarle, invitare qualcuno a condividere i dati, mandare email, etc…

Oltre la classica funzione “juke-box” QLOUD ci permette di creare e gestire il nostro network di contatti, conoscerne profili, preferenze, tags -condividendo le nostre- e vedere quale musica hanno ascoltato, grazie ad un plugin appena rilasciato per iTunes, ma solo per PC: presto anche per Mac, assicurano.

Il tutto incorniciato da un layout gradevole e divertente: anche se stiamo deliziando l’udito, l’occhio vuole sempre la sua parte!

[QLOUD Blog]

Piacere, Flock

19 giugno 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

flock_logo Flock è un browser innovativo e rivoluzionario, costruito sulla base del codice open source di Firefox e definito, in base ai must del Web 2.0, il browser sociale.
Rivoluzionario perchè costruito attorno le necessità del navigatore moderno e perchè integra moltissime funzioni che rendono la navigazione ancora più facile ed interattiva.
Nato nel 2005 da un gruppo di sviluppatori in quel di Palo Alto, Flock ha recentemente rilasciato una versione pubblica migliorata rispetto a quella iniziale per sviluppatori, dove, oltre ad un nuovo design ed all’integrazione con Flickr/Photobucket e del.icio.us ha aggiunto un editor blog, ricerca live anche all’interno della storia dell’utente, Newsreader, Shelf integrato tipo Notebook di Google, un nuovo modo di gestire bookmarks (per tags e per collezioni) e feeds: insomma la navigazione di seconda generazione.
In più Flock è un browser stabile e veloce, che incoraggia la partecipazione di sviluppatori per un’evoluzione continua.
Informazione importante: nella nuova versione di Flock possono essere convertite ed installate tutte le estensioni di Firefox (leggete come).

[Flock Tour]
[Flock Blog]

Ebay verso il commercio sociale

4 giugno 2006

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Ebay si sta preparando al Web 2.0 con l’integrazione di blogs e wikis nella sua piattaforma di vendita.
I blog serviranno come ultriore interazione tra gli utenti per le transazioni d’acquisto, ma anche per potenziare il negozio di un venditore, condividere esperienze personali o semplicemente scambiare opinioni. I blogs saranno free ed ogni utente potrà gestire la propia pagina ad un indirizzo http://blogs.ebay.com/userID. Ogni blog avrà una cosa chiamata Search tags, cioè una lista di parole chiave per una maggiore identificazione dei prodotti, e dunque una più alta visibilità durante le ricerche e, infine, i blog supporteranno Feed RSS per un aggiornamento continuo.
Le eBay Wikis conterranno articoli scritti dai membri della Community sugli oggetti e sui venditori. Entrambi i tools saranno lanciati alla Conferenza di Ebay il 13-15 giugno a Las Vegas. Molti passi in avanti verso i nuovi strumenti di utilizzo del Web, Ebay sembra indirizzarsi verso un’arena di commercio sociale.

[Ebay Help]