Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70

Warning: get_class() expects parameter 1 to be object, string given in /home/googlist/public_html/wp-content/plugins/wp-post-thumbnail/wppt.php on line 70
Video | Googlisti.com - Part 2
Articoli recenti

Auguri di Natale non convenzionali

24 dicembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Auguri! Auguri! Auguri!!
Ci sono tantissimi modi per fare gli auguri di buone feste via web, cominciando dalle classiche cartoline digitali fino nai nuovi video messaggi di YouTube, ma sicuramente l’augurio più apprezzato è quello che possiamo personalizzare, mettendo un pizzico di noi stessi in applicazioni web o filmati interattivi molto spiritosi!

Go2Web2 segnala:

Gizmoz, per creare sticker natalizi oppure video messaggi con musica, animazioni, messaggi e, soprattutto, la nostra faccia, da pubblicare anche su facebook.

ElfYourself è la famosa applicazione che ci trasforma in divertentissimi elfi ballerini: da vedere!

JibJab mette a disposizione una serie di filmati molto divertenti, ai quali integrare il nostro volto o quello di amici per generare un memorabile video di auguri da inviare via email o inserire via sul proprio blog (non perdete la nostra performance, a fine post!!).

XPapr preleva foto a vostra scelta da Flickr per generare cartoline virtuali o carta da pacchi da stampare per avvolgere i vostri regali di Natale.

Frost è un’applicazione che ci fa utilizzare e personalizzare solamente segni di interpunzione, lettere e numeri per creare messaggi di auguri assolutamente originali.

Old Fashioned Christmas permette di preparare e decorare “biscotti” natalizi cui associare il messaggio di auguri da inviare via email.

In alternativa, per un augurio internazionale potete affidare il vostro messaggio ad un Babbo Natale non convenzionale, come quello di Santa 2.0 (inglese), o ancora decidere personalmente lo stile, la voce, il messaggio di un Babbo Natale super personalizzato, che si cimenta perfino con un goffo spogliarello (spagnolo)!

Dopo questa carrellata non possiamo che concludere con i nostri migliori auguri: buon Natale…e buon ingrasso a tutti!
da Silvia & Pietro

Google rassegna news 11/12/2007

11 dicembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

uno dei grafici realizzati con Google Chart APIGoogle genera grafici: Google ha rilasciato un servizio per la generazione dei grafici attraverso le Google Chart API. Inviando dati con una richiesta HTTP, Google ci restituisce una rappresentazione grafica in PNG, a scelta tra grafico a linea, a barra, a torta, scatter plot e sparkline.

Un indirizzo di questo tipo [http://chart.apis.google.com/chart?cht=p3&chd=s:90,49W&chs=350x200&chl=pro|contro], ad esempio, si interpreta in questo modo:

cht=p3 è il tipo di grafico (in questo caso a torta, p=pie)

chd=s:90,49 sono i valori del grafico, divisi da virgole

chs=350×200 sono le dimensioni del grafico

chl=pro|contro sono le label delle sezioni del grafico

Tutte le istruzioni per la generazione dei grafici sono raccolte nella guida per sviluppatori; ottimo anche l’articolo di Tweakness.

—————————–

Google, UNICEF e One Laptop per Child lanciano l’iniziativa “Our stories“.
(continua…)

Anche YouTube si prepara al Natale

6 dicembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Mentre Google ha giù cominciato il conto alla rovescia (come lo scorso anno) per inseguire Babbo Natale, o meglio, per il download del file kml che ci mostrerà in Google Earth la lunga corsa per il mondo trainato dalla inseparabili renne, anche YouTube si fa influenzare dallo spirito natalizio, pubblicando un servizio speciale per le feste…

YouTube Holiday VideoCardSi chiamano Video Holiday Cards e sono videomessaggi in tema Natalizio (tipo questo) da inviare ad amici e contatti via email:

- seleziona il filmato preferito tra i numerosi a disposizione (oppure inserisci un video personale);
- scegli un tema di sfondo;
- aggiungi un messaggio;
- invia la video cartolina a tutta la tua rubrica!

La videocard realizzata ha un indirizzo pubblico che è possibile salvare per utilizzi successivi (magari riciclarla il prossimo anno)! :P

via GSpy

Sorprese in Google Earth

27 ottobre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Non è raro che i realizzatori di modelli 3D che poi vanno a finire in Google Earth, aggiungano un tocco creativo alle proprie realizzazioni: un personaggio, un’animazione, insomma quello che viene chiamato easter egg.

In una delle costruzioni più famose della terra dei canguri, il Teatro dell’Opera di Sydney, (ri)troviamo il più famoso degli austrialiani, Mr. Crocodile Hunter, al secolo Steve Irwin, ve lo ricordate?

Potete vederlo su Google Earth attivando il livello delle costruzioni tridimensionali e seguendo questo indirizzo. In qualche altro punto del globo, o meglio degli USA, potreste invece imbattervi nientemeno che nei Blues Brothers! Date un’occhiata ai filmati!

Google riorganizza la distribuzione di video online

12 ottobre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

A poco più di un anno esatto dall’acquisizione di YouTube da parte del “motore di ricerca”, si comincia a notare lo zampino delle strategie di Google nei confronti del mercato dei video online.

I filmati di YouTube sono stati integrati nel circuito pubblicitario di Google, dato che i publishers di AdSense (al momento solo statunitensi) hanno cominciato ad avere la possibilità di inserire nel proprio sito le cosiddette Video Units. In poche parole, sui siti del network di AdSense si possono distribuire contenuti in formato video attraverso l’integrazione di un player integrato, con layout personalizzabile che, ovviamente, non si avvia all’apertura della pagina, ma soltanto al fatidico click dell’utente.

Gli advertisers infatti saranno caricati del costo per click per ogni video che viene effettivamente visto, mentre i publishers potranno selezionare le categorie di video, oppure lasciare che Google adatti il filmato in base ai contenuti del sito di riferimento. Inutile dire che anche i filmati saranno targettizzati, secondo la logica propria dell’intero circuito AdSense ed i guadagni ottenuti saranno suddivisi tra il publisher che ospita la video-pubblicità ed il partner YouTube che ha creato il contenuto.

(continua…)

Mai creato uno sketchcast?

25 settembre 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

L’etimologia la dice lunga sulle capacità di questa nuovissima applicazione web che consente, come si può intendere dalla traduzione del nome, di effettuare la registrazione digitale di un bozzetto disegnato a mano libera: Sketchcast, infatti, è un sito dove ciascun utente guadagna un nuovo modo di esprimersi e condividere le tracce della propria creatività (via Blogoscoped).

Una volta creato un account, abbiamo a disposizione una matita, una gomma ed una palette di colori per creare in una sorta di lavagna digitale una rappresentazione grafica di ciò che vogliamo: disegnare un fumetto, un wireframe, spiegare qualcosa, fare uno schema, etc..
Allo schizzo possiamo anche aggiungere la nostra voce e, grazie ad un pulsante Registra/Pausa, è molto facile interrompere la registrazione, ad esmepio, per cambiare colore, cancellare o effettuare qualche modifica senza perder tempo.

Ultimato il disegno, aggiungiamo un titolo ed una descrizione e pubblichiamo l’opera: ogni account ha infatti un canale personale a disposizione, che può essere seguito sottoscrivendo il FeedRSS. Ciascuno sketchcast può essere votato, commentato, segnalato via email e, naturalmente, inserito via codice in qualsiasi blog/sito web. Date un’occhiata al nostro goffo tentativo!

P.S. Per il 90% è colpa del mouse: sicuramente con penna e tavoletta grafica i risultati sarebbero più decenti! :P

Gmail presenta: user generated video

31 agosto 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

Era stato esteso al 17 agosto il termine ultimo per l’invio dei propri video al team di Gmail e, vista la gran quantità di materiale ricevuto, anche la data di output del videoclip finale ha subito un leggero ritardo.
Questioni temporali a parte, il video “collaborativo” è finalmente stato pubblicato, sia con annuncio sul GmailBlog, sia con link interno all’interfaccia di Gmail (…l’avete visto?)!Appena 2 min e 19″ di tempo per mixare i filmati selezionati tra gli oltre mille ricevuti, da più di 65 nazioni: una partecipazione così massiccia da indurre il team di Gmail a creare anche una mappa con la localizzazione geografica di ciascun partecipante (mappa che è possibile scaricare anche in formato kml per la visione in Google Earth).

[youtube qKAInP_tmHk]

COSA HANNO GUADAGNATO I VIDEO SELEZIONATI? Circa 10″ ciascuno di visibilità

COSA HA GUADAGNATO GOOGLE?
Apparentemente nulla, ma a pensarci bene noi vediamo perfettamante raggiunti almeno 5 obiettivi di grande valore strategico:
1. fare branding (continua…)

Vuoi essere protagonista di un video su Gmail?

26 luglio 2007

ATTENZIONE: Questo articolo è stato scritto circa 5 anni fa. Alcuni links e argomenti trattati potrebbero non essere più validi.

[youtube VfDW7qAdFGk]Entrato da poco a far parte della grande famiglia di corporate blogs di Google, il Gmail Blog ha appena annunciato una curiosa iniziativa da parte dello staff di Mountain View: produrre un video virale composto da tutti gli spezzoni inviati dagli utenti, dove la M-velope la busta di Gmail è protagonista assoluta, trasportata in un giro del mondo virtuale dai milioni di persone che la utilizzano. E gli utenti ovviamente siamo noi!

Girate un brevissimo video dove mostrate il passaggio di mano della busta Gmail da destra a sinistra dell’inquadrature e sottoponetela al team di Gmail via YouTube: l’idea è quella di rappresentare il modo in cui l’email tiene connesse le persone, ma possiamo anche interpretare il passaggio come una metafora dell’SMTP, o semplicemente come un modo per divertirsi!

…you can see this as a symbol of how email connects people from all over, making the world feel a bit smaller. Or you could think of it as a metaphor for mail exchange servers, Simple Mail Transfer Protocol (SMTP), and all of the technical steps involved in getting a Gmail message around the world from one inbox to another. But, really, we just wanted to have a little fun.

Lo svolgimento del contest è questo:

(continua…)